Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Soggetto BD 701 - Levi, Lia
× Soggetto Fanciulli ebrei - Persecuzioni - 1933-1945 - Libri per ragazzi
Includi: tutti i seguenti filtri
× Soggetto AQ 920
× Paese Italia

Trovati 3 documenti.

Mostra parametri
Noi non c'eravamo
0 0
Materiale linguistico moderno

Noi non c'eravamo : le leggi razziali spiegate dai ragazzi / a cura di Giovanna Renzi

Bologna : Compositori, 2014

Abstract: Le leggi razziali spiegate ai ragazzi dai ragazzi. Questo testo è in primo luogo una sfida didattica: costruire un percorso di apprendimento attivo, consapevole, da protagonisti. Poi c'è l'ambito prezioso della memoria: se la memoria di cui parliamo è spinta verso la costruzione del futuro e non solo cristallizzata celebrazione, va costruita e non subita. Infine c'è la storia, disciplina odiata e amata, che può diventare una montagna ardua da scalare oppure una luce che si accende su ciò che ci è vicino, vicinissimo, come la nostra città e il nostro quartiere. Queste sono le fondamenta del laboratorio realizzato nell'anno scolastico 2012-13 dagli alunni della classe III G, della scuola media Carracci-Guinizelli di Bologna.

Dalle leggi razziali alla Shoà 1938-45
0 0
Materiale linguistico moderno

Tagliacozzo, Nando

Dalle leggi razziali alla Shoà 1938-45 : documenti della persecuzione degli ebrei italiani per conoscere, per capire, per insegnare / di Nando Tagliacozzo

Roma : Sinnos, [2007?]

Auschwitz spiegato a mia figlia
0 0
Materiale linguistico moderno

Wieviorka, Annette

Auschwitz spiegato a mia figlia / Annette Wieviorka ; traduzione di Eliana Vicari Fabris ; postfazione di Amos Luzzatto ; note all'edizione italiana di Frediano Sessi

Torino : Einaudi, \1999!

Einaudi tascabili ; 667

Abstract: Perché i nazisti spesero tante energie per sterminare milioni di uomini, donne e bambini, soltanto perché erano ebrei? Perché Hitler riteneva gli ebrei la maggior minaccia per il Terzo Reich? Chi sapeva quello che succedeva e chi poteva fare qualche cosa? Perché gli ebrei non hanno opposto resistenza? Annette Wieviorka risponde alle domande di sua figlia Mathilde su Auschwitz e la distruzione degli ebrei d'Europa. Domande crude e dirette che esprimono l'incredulità di chi non può concepire l'assurda tragedia dei lager nazisti.