Helgoland
5 2
Materiale linguistico moderno

Rovelli, Carlo <1956- >

Helgoland

Titolo e contributi: Helgoland / Carlo Rovelli

Pubblicazione: Milano : Adelphi, 2020

Descrizione fisica: 227 p. : ill. ; 18 cm

ISBN: 9788845935053

Data:2020

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.)

Paese: Italia

Opera:

Nomi:

Soggetti:

Classi: 530.12 FISICA MECCANICA DEI QUANTI (TEORIA DEI QUANTI) (19)

Dati generali (100)
  • Tipo di data: monografia edita in un solo anno
  • Data di pubblicazione: 2020
Testi (105)
  • Genere: testo non letterario

Sono presenti 25 copie, di cui 14 in prestito.

Biblioteca Collocazione Barcode Stato Prestabilità Rientra
Bibliobus BUS 530.12 ROVE T2436324 In prestito
Biblioteca Baggio (sede provv. P.zza Stovani 3) BAG 530.12 ROVE T2467393 In prestito 15/05/2021
Biblioteca Sicilia SIC 530.12 ROVE T2467400 In prestito 09/05/2021
Biblioteca Quarto Oggiaro QUA 530.12 ROVE T2483652 In prestito 26/04/2021
Biblioteca Niguarda NIG 530.12 ROVE T2467398 In prestito 17/05/2021
Biblioteca Chiesa Rossa CHI 530.12 ROVE T2486566 In prestito 02/05/2021
Biblioteca Oglio OGL 530.12 ROVE T2435485 Su scaffale Prestabile
Biblioteca Gallaratese GAL 530.12 ROVE T2467396 In prestito 14/05/2021
Biblioteca Oglio OGL 530.12 ROVE T2467399 Su scaffale Prestito locale
Biblioteca Parco Sempione PAR 530.12 SC ROVE T2454913 Su scaffale Prestabile
Biblioteca Lorenteggio LOR 530.12 ROVE T2467397 In prestito 15/05/2021
Biblioteca Affori AFF 530.12 ROVE T2467392 Su scaffale Prestabile
Biblioteca Fra Cristoforo FRA 530.12 ROVE T2424211 In prestito 20/05/2021
Biblioteca Accursio ACC 530.12 ROVE T2467391 Su scaffale Prestabile
Biblioteca Venezia VEN 530.12 ROVE T2427553 In prestito 30/04/2021
Biblioteca Crescenzago CRE 530.12 ROVE T2467395 Su scaffale Prestabile
Biblioteca Villapizzone VIL 530.12 ROVE T2426819 In prestito 05/05/2021
Biblioteca Dergano Bovisa DER 530.12 ROVE T2432007 In prestito 07/05/2021
Biblioteca Harar HAR 530.12 ROVE T2486567 Su scaffale Novità locale 45gg
Biblioteca Sant'Ambrogio SAN 530.12 ROVE T2486568 Su scaffale Prestabile
Biblioteca Zara ZAR 530.12 ROVE T2438731 Su scaffale Prestabile
Biblioteca Cassina Anna CAS 530.12 ROVE T2435443 In prestito
Biblioteca Valvassori Peroni VAL 530.12 ROVE T2467401 In vetrina Prestabile
Biblioteca Niguarda NIG 530.12 ROVE T2428945 In prestito 02/05/2021
Biblioteca Crescenzago CRE 530.12 ROVE T2427908 In prestito 16/05/2021
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

E' incredibile come in sole 200 pagine Rovelli riesca a farci fare il giro del mondo fisico e filosofico con cenni ad altri campi del sapere, introducendo ipotesi e letture del mondo assolutamente originali e sorprendenti. Questo libro è un giro in ottovolante per la nostra mente, ricchissimo di spunti e riflessioni sull'Universo e su noi stessi. Confermo la mia opinione su Carlo Rovelli come uno dei migliori scrittori e divulgatori della nostra epoca.
Consigliatissimo, ovviamente.

Psichedelico è un aggettivo che si incontra più di una volta in questo testo ed effettivamente si viene assorbiti da un’esperienza vorticosa e totalizzante che ci proietta fuori di noi. Non è propriamente una lettura facile ma, in fin dei conti, questo non è un problema. Rovelli ha il dono di una scrittura venata di umorismo, come di solito si riscontra nei buoni, o ottimi, divulgatori anglosassoni e con molto garbo accompagna il lettore lungo un cammino vertiginoso senza mai farlo sentire inadeguato anche se qualcosa, e anche più di qualcosa, sfugge alla sua comprensione. Invita anche a saltare alcune parti se si teme di trovarsi all’interno di percorsi troppo avventurosi e di perdersi in elucubrazioni eccessivamente sottili. In poche parole è simpatico e non spocchioso. Questo tiene inchiodati al testo anche se la comprensione non è totale (è il mio caso). Ho seguito senza difficoltà eccessive la spiegazione dei fenomeni fisici mentre più ostico è risultato per me il discorso sull’integrazione tra mondo fisico e mondo mentale. Quello che mi ha comunque particolarmente gratificato non è tanto la riesumazione di lontanissime e approssimative nozioni liceali, sepolte nei meandri della memoria, quanto la possibilità di riflettere sulle ricadute, o meglio sarebbe dire sull’interazione, delle scoperte della fisica quantistica sulla cultura contemporanea. Per me, che vengo da una formazione umanistica, si sgrana davanti agli occhi tutta una serie di discussioni e di istanze culturali che vertono proprio sull’opposizione realtà/interpretazione e sull’interconnessione (p. es: strutturalismo, decostruzionismo, postmoderno) . Tutto il retroterra culturale del ‘900 – filosofico, letterario, antropologico, artistico - si inquadra coerentemente sulla sfondo ineludibile delle scoperte della fisica quantistica (p. 127: “E pensare che oggi qualcuno vede scienze naturali, scienze umane e letteratura come ambiti impermeabili l’uno all’altro…”) . Davvero entusiasmante per un umanista, che può finalmente sentirsi non un’appendice inutile, quasi un parassita in un mondo dominato da scienza e tecnologia, ma parte integrante di un modo di vedere e di intepretare il mondo che tutti ci riguarda.

Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.