Perché il buddhismo fa bene
0 0
Risorsa locale

Wright, Robert

Perché il buddhismo fa bene

Abstract: "Wright mostra come la dottrina e la pratica buddhiste anticipano e affermano la visione 'modulare' della mente sostenuta da buona parte della scienza cognitiva contemporanea."la Repubblica"Una fantastica introduzione razionale alla meditazione… Una guida sferzante ed estremamente pratica al superamento della sofferenza."New York Magazine"Wright mostra come la dottrina e la pratica buddhiste anticipano e affermano la visione "modulare" della mente sostenuta da buona parte della scienza cognitiva contemporanea."la Repubblica"Un libro lucido e superbo."The GuardianLA SCIENZA DELLA SALVEZZALE NEUROSCIENZE DANNO RAGIONE AL BUDDHISMO Perché il buddhismo fa bene è un'opera utile e affascinante che combina psicologia, filosofia, mindfulness, scienza ed esperienza personale. Attraverso un'analisi semplice e profonda l'autore rende accessibili a tutti concetti vertiginosi quali il vuoto o il non-sé e ci spiega come il Buddha abbia descritto migliaia di anni fa aspetti della realtà che gli scienziati stanno scoprendo solo ora. La meditazione ha un ruolo cruciale: consente di osservare con distacco pensieri ed emozioni, rendendo permeabili i confini tra sé e non-sé (il mondo, gli altri); ne consegue una maggiore compassione verso tutte le creature (non essendoci effettiva separazione tra gli individui, offendere gli altri significa nuocere a se stessi) e la possibilità di superare egoismi, conflitti e sofferenze.Dimostrando l'illusorietà della realtà e del sé, insegnandoci ad abbandonare il desiderio e quindi il dolore, il buddhismo svela una visione del mondo che ci salverà, come individui e come specie.


Titolo e contributi: Perché il buddhismo fa bene

Pubblicazione: Vallardi, 18/10/2018

EAN: 9788869876653

Data:18-10-2018

Nota:
  • Lingua: italiano
  • Formato: PDF/EPUB con DRM Adobe

Nomi:

Dati generali (100)
  • Tipo di data: data di dettaglio
  • Data di pubblicazione: 18-10-2018

"Wright mostra come la dottrina e la pratica buddhiste anticipano e affermano la visione 'modulare' della mente sostenuta da buona parte della scienza cognitiva contemporanea."la Repubblica"Una fantastica introduzione razionale alla meditazione… Una guida sferzante ed estremamente pratica al superamento della sofferenza."New York Magazine"Wright mostra come la dottrina e la pratica buddhiste anticipano e affermano la visione "modulare" della mente sostenuta da buona parte della scienza cognitiva contemporanea."la Repubblica"Un libro lucido e superbo."The GuardianLA SCIENZA DELLA SALVEZZALE NEUROSCIENZE DANNO RAGIONE AL BUDDHISMO Perché il buddhismo fa bene è un'opera utile e affascinante che combina psicologia, filosofia, mindfulness, scienza ed esperienza personale. Attraverso un'analisi semplice e profonda l'autore rende accessibili a tutti concetti vertiginosi quali il vuoto o il non-sé e ci spiega come il Buddha abbia descritto migliaia di anni fa aspetti della realtà che gli scienziati stanno scoprendo solo ora. La meditazione ha un ruolo cruciale: consente di osservare con distacco pensieri ed emozioni, rendendo permeabili i confini tra sé e non-sé (il mondo, gli altri); ne consegue una maggiore compassione verso tutte le creature (non essendoci effettiva separazione tra gli individui, offendere gli altri significa nuocere a se stessi) e la possibilità di superare egoismi, conflitti e sofferenze.Dimostrando l'illusorietà della realtà e del sé, insegnandoci ad abbandonare il desiderio e quindi il dolore, il buddhismo svela una visione del mondo che ci salverà, come individui e come specie.

Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Nessuna recensione

Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.