Maxima-minima
Materiale linguistico moderno

Jünger, Ernst

Maxima-minima

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 0
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Maxima-Minima, ovvero massime concentrate nello spazio minimo dell'argomentazione aforistica. Minima moralia distillati in prosa densa e lapidaria, parole lasciate cadere come gocce per scavare nel profondo. Raffica di sentenze pronunciate in successione da mitraglia per lasciare segni incancellabili. È un testo sconcertante - per l'estrema sinteticità inversamente proporzionale alla densità, per l'agilità di una scrittura che impone a chi legge di procedere per brusche frenate, per la velocità di un pensiero che suscita la sorpresa e provoca la sosta dello stupore meditativo. Nate in trent'anni di attenzione lucida decantata in frasi di nitore cristallino, le note dei Maxima-Minima prendono dunque la forma di aforismi acuminati, illuminanti, che hanno, nel corpus della produzione jüngeriana, la valenza di un diamante solitario, attraverso cui far rifrangere come in un prisma i lunghi raggi delle ricognizioni del pensatore, e grazie a cui mettere in luce le sfaccettature irriducibili del suo pensiero più che mai atto a illuminare un'epoca tra le più ardue della storia: il più breve e grave (il massimo nel minimo) dei secoli.


Titolo e contributi: Maxima-minima : annotazioni su L'operaio / Ernst Jünger ; traduzione e postfazione di Alessandra Iadicicco

Pubblicazione: Parma : Guanda, 2012

Descrizione fisica: 123 p. ; 20 cm.

Serie: Piccola biblioteca Guanda

ISBN: 978-88-6088-757-3

Data:2012

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.)

Paese: Italia

Nomi: (Autore)

Soggetti:

Classi: 331

Dati generali (100)
  • Tipo di data: monografia edita in un solo anno
  • Data di pubblicazione: 2012
  • Target: adulti, generale
Testi (105)
  • Genere: saggi

Spiacenti, al momento in catalogo non sono presenti copie per questo titolo.

Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.