Includi: tutti i seguenti filtri
× Data 2007
Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Nomi Casalis, Anna
× Risorse Catalogo

Trovati 52 documenti.

Letteratura fluida
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Abruzzese, Alberto - Ragone, Giovanni

Letteratura fluida

Liguori Editore, 01/01/2007

Abstract: Alla domanda sul senso della lettura attuale dei classici letterari si va sempre più sostituendo la questione del perché leggere i contemporanei. Qual è oggi la funzione della letteratura? Letteratura fluida presenta gli Atti del convegno tenutosi a Urbino il 15-16 gennaio 2004. Nell'incontro sociologi e mediologi provano a coinvolgere altri studiosi nella lettura della fase attuale e delle relative archeologie: filosofi, semiotici, scrittori, critici e storici della letteratura, delle arti, dell'architettura. La mutazione ipermediale segna il tramonto o un nuovo ciclo della letteratura? Riflettere sulle forme del romanzo e della poesia significa ripercorrere quelle reti di senso, di invenzioni strutturali, di paradossi e metafore che anche la letteratura ha continuato a tessere negli spazi fluidi del Novecento. Dalla scrittura verso le sceneggiature del cinema e i linguaggi della pubblicità. Dalle estetiche del desiderio e del consumo, dall'implosione della comunicazione, dalla mutazione sensoriale verso il testo scritto, seguendo nuovi immaginari.

Come vivo ora
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Rosoff, Meg

Come vivo ora

Feltrinelli Editore, 28/06/2007

Abstract: Daisy ed Edmond si incontrano in una fattoria nella campagna inglese. Adolescenti, si trovano a condividere una situazione eccezionale: senza adulti, devono sopravvivere senza elettricità, senza telefono, senza cibo, e ricominciano da zero. Sono soli. Fuori, in tutta Europa, è scoppiata una guerra incomprensibile che lì sembra ancora più distante. Nell'isolamento matura l'amore. Da una parte il rumore del mondo, dall'altra il fruscio delle piccole cose, della quotidianità. Quando la guerra drammaticamente li separa comincia una struggente odissea che è anche una meravigliosa storia d'amore."Restammo là seduti mentre il giorno lasciava il posto al tramonto e il tramonto alla sera. Si levò la luna e le costellazioni presero a muoversi nel cielo mentre io parlavo e lui ascoltava, e ci volle quasi tutta la notte per raccontargli ogni cosa ma io andai avanti finché non ci fu più niente da dire.""'Una storia magica, perfetta', l'ha recensita alla pubblicazione in Gran Bretagna Mark Haddon, autore di Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte. I due libri si somigliano. Entrambi piacciono ai bambini come ai grandi. Entrambi hanno uno stile in apparenza facile e diretto, in realtà sottilmente poetico. Entrambi hanno la struttura di una fiaba post-moderna."Enrico Franceschini "la Repubblica"

Tre storie d'amore
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Vázquez Montalbán, Manuel - Lyria, Hado

Tre storie d'amore

Feltrinelli Editore, 25/01/2007

Abstract: Tre storie di Pepe Carvalho: una riflessione davanti al cadavere di una vecchia fiamma, un'amara considerazione sugli amori che uccidono, un confronto quasi arreso con il cinismo femminile. Tre racconti senza tempi morti, tre misteri che sembrano nascere dai nodi irrisolti del cuore di Pepe Carvalho: si deve sentire responsabile del prezzo troppo alto pagato alla libertà dalla donna che, grazie a lui, ha aperto la gabbia di una vita borghese? Qual è il limite estremo del desiderio? Fino a dove può arrivare la leggerezza del vivere? Tre affondi nel labirinto dei sentimenti, tre magistrali esercitazioni sul tema della passione. Tre casi che forse solo il cuore di un vecchio cinico sentimentale come Carvalho può risolvere.

Aritmetica e algebra
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Dikranjan, Dikran - Lucido, Maria Silvia

Aritmetica e algebra

Liguori Editore, 01/01/2007

Abstract: Il volume è destinato ai docenti e agli studenti del primo biennio della laurea in matematica e informatica. La necessità di scrivere un nostro testo anziché usare quelli già esistenti è nata dalle nuove esigenze delle lauree triennali italiane. Nei primi tre capitoli s'introducono i concetti alla base di ogni altro corso di matematica che possono coprire un corso bimestrale di Aritmetica. L'obiettivo del libro – del resto – è quello d'introdurre le strutture algebriche fondamentali: i semigruppi, i gruppi e gli anelli. I capitoli 4-8 sono pensati per un corso bimestrale di Algebra 1 (gruppi e cenni sulle strutture algebriche), mentre i capitoli 9-12 sono pensati per un corso bimestrale di Algebra 2 (anelli e campi). Alla fine d'ogni capitolo riportiamo molti esercizi che riguardano il materiale esposto nel capitolo stesso. Crediamo sia utile avere in un unico volume sia il testo sia gli esercizi con gli svolgimenti. Il libro ne contiene più di 500, di cui oltre 300 con soluzione o suggerimento.

Genomica e biotecnologie genetiche
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Barcaccia, Gianni - Falcinelli, Mario

Genomica e biotecnologie genetiche

Liguori Editore, 01/01/2007

Abstract: L'opera, suddivisa in tre tomi, ormai giunta alla seconda edizione riveduta e aggiornata, è destinata agli studenti universitari dei corsi di laurea in Scienze Agrarie, più direttamente interessati alla genetica e al miglioramento genetico degli organismi vegetali e animali, e a quelli dei corsi di laurea in Medicina Veterinaria, Scienze Biologiche e Naturali, e Tecnologie Alimentari che desiderino integrare la loro preparazione in genetica, genomica e biotecnologie genetiche con lo studio di alcuni aspetti più propriamente connessi alle specie di interesse agrario, alimentare e ambientale. Tuttavia, il testo è facilmente consultabile anche da tutti i tecnici del settore agro-alimentare che desiderino avvicinarsi, in particolare, alle basi teoriche e ai concetti generali della genetica, e aggiornarsi sui problemi del miglioramento genetico, della costituzione varietale, delle produzioni alimentari, dell'analisi genomica e delle biotecnologie genetiche, più in generale.La seconda edizione riveduta e aggiornata di questo volume include aggiornamenti sui progressi compiuti nel sequenziamento dei genomi – grazie alle piattaforme NGS – che hanno permesso l'avanzamento delle conoscenze sulla funzione di molti geni chiave, portando allo sviluppo di nuove biotecnologie per il miglioramento genetico delle specie agro-alimentari. Tra queste il breeding cisgenico e l'editing genomico sono le più promettenti e hanno le potenzialità per intensificare l'agricoltura sostenibile e implementare la sicurezza alimentare, in un'epoca caratterizzata da forte aumento demografico e rapidi cambiamenti climatici.

Odette Toulemonde
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Schmitt, Eric-Emmanuel - Bracci Testasecca, Alberto

Odette Toulemonde

Edizioni e/o, 01/04/2007

Abstract: Otto incantevoli favole contemporanee nello stile dell'autore di Monsieur Ibrahim e i fiori del Corano: lievi, profonde, divertenti, malinconiche. Il tema è la felicità: un paradossale miraggio a portata di mano che spesso non vogliamo o non possiamo raggiungere. Otto racconti, otto donne, otto storie d'amore. Dalla commessa alla spietata miliardaria, dalla trentenne delusa a una misteriosa principessa scalza, passando per mariti ambigui e amanti vigliacchi, è una galleria di personaggi indimenticabili che Eric-Emmanuel Schmitt racconta con tenerezza nella loro ricerca della felicità.Odette Toulemonde, oltre a essere uno dei racconti di questa raccolta, è un film realizzato da Schmitt."Uno stile fatto di leggerezza, emozioni e ironia". (Fabio Gambaro – La Repubblica)"Un libro felice, pieno di grazia". (Fulvio Panzeri – Avvenire on line)

Grammatica dell'insuccesso. Come azzeccare le scelte sbagliate e vivere meglio
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Monesi, Simonetta

Grammatica dell'insuccesso. Come azzeccare le scelte sbagliate e vivere meglio

Castelvecchi, 19/02/2007

Abstract: Questo manuale dimostra che dobbiamo smettere di pensare che il successo è il metro di tutte le cose, se vogliamo davvero imparare a vivere. Ecco a voi, allora, una ragionevole guida all'arte dell'insuccesso, una grammatica scritta con delicata ironia, molta saggezza (quella vera) e buon umore. Un metodo per vivere tranquilli (magari anche felici) senza inseguire sogni di gloria – o, peggio, di gloria televisiva da reality – senza doversi affannare a fare le scarpe a colleghi e rivali, senza dover per forza sgomitare in ogni istante della vita. Un corso di base per godere a pieno dell'irripetibile privilegio di essere vivi e umani, perché il nostro arrivismo magari ce lo rende impossibile… Con un pizzico di sano "insuccesso" (che è il contrario della sfiga, della depressione e dell'ansia da prestazione) la vita, le amicizie, il lavoro diventano un vero piacere. Non solo: se impariamo a "sbagliare bene", vedremo che la vita ci serberà molte inattese soddisfazioni. Provare per credere.

Mezzogiorno, meridionalismo ed economia dello sviluppo. La teoria dello sviluppo dagli anni della rinascita a quelli degli equilibri multipli
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Pugliese, Aldo

Mezzogiorno, meridionalismo ed economia dello sviluppo. La teoria dello sviluppo dagli anni della rinascita a quelli degli equilibri multipli

Liguori Editore, 01/01/2007

Abstract: Il carattere persistente della questione meridionale trova spiegazione nelle politiche di intervento troppo spesso definite non tenendo conto delle diverse potenzialità locali, ma ragionando su cosa manca al Sud rispetto ai modelli di successo di altre realtà. Sono invece da recuperare le posizioni della teoria secondo cui solo un forte intervento finalizzato alla creazione di sistemi complementari e/o alla realizzazione di sequenze efficaci è in grado di determinare uno sviluppo basato sulle potenzialità locali. È opportuno pensare ad una Nuova Economia dello Sviluppo che recuperi posizioni già conosciute da molti decenni. Tale approccio, insieme alle indicazioni emerse da alcuni casi concreti, suggerisce di soffermarsi sulla teoria degli equilibri multipli.

Analisi ed esplorazione multivariata dei dati in ecologia e biologia
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Podani, Janos

Analisi ed esplorazione multivariata dei dati in ecologia e biologia

Liguori Editore, 01/01/2007

Abstract: Il testo introduce all'analisi statistica di dati biologici ed ecologici secondo i metodi di analisi multivariata. Tali metodologie, seguendo un approccio esplorativo della struttura e dell'informazione presente nei dati campionari, costituiscono un insieme di tecniche diverse ed alternative alle procedure fondate sulla stima ed inferenza statististica. Il volume descrive i tipi di dati, le problematiche di campionamento e le strategie di elaborazione dei dati raccolti. Vengono trattati, in modo articolato ed approfondito, metodi quali la classificazione gerarchica, non gerarchica e cladistica, ma anche le diverse tecniche di ordinamento dei dati, di riarrangiamento di matrici e di valutazione comparativa di risultati. Il testo si rivolge principalmente a studenti universitari e di dottorato interessati a problemi di analisi multivariata nel campo delle scienze naturali ed ambientali, ma anche gli esperti di statistica in generale potranno trovare in questa trattazione nuovi spunti di riflessione ed approfondimento di notevole interesse teorico e metodologico.

Da domani mi alzo tardi
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Pavignano, Anna

Da domani mi alzo tardi

Edizioni e/o, 01/03/2007

Abstract: Questo libro ripercorre la vita personale e artistica di Massimo Troisi. Per fare ciò l'autrice usa un pretesto narrativo e finge che l'attore non sia morto, com'è noto, nel 1994, subito dopo aver finito di girare "Il Postino", ma abbia scelto invece di ritirarsi a vivere in una misteriosa località di campagna, lontano dai palcoscenici e dalla notorietà, tagliando i ponti con tutto quello che è stato prima, comprese le persone con cui ha condiviso la propria esistenza. Il romanzo comincia nel momento in cui, dopo anni di esilio volontario in cui non si è saputo più nulla di lui ed è stato, in qualche modo, dimenticato, Massimo Troisi decide di tornare alla sua vecchia casa di Roma per riallacciare il filo con il suo passato. Ma non è facile. Non ha voglia di cercare nessuno, lo imbarazza dover spiegare come e perché se n'è andato, come mai è tornato. Nei primi giorni del suo ritorno vive un'esistenza solitaria, finché Gaetano e Anna, il suo amico più caro e la donna con cui ha condiviso anni di lavoro e di amore, lo convincono a ricominciare scrivendo un nuovo film. Per realizzare tale progetto, Anna e Massimo affittano una casa fuori città, dove si trasferiscono insieme. Qui, mentre cercano un'idea per una storia, Massimo scopre che Anna ricorda tutto di lui, molto più di quanto non ricordi egli stesso: la famiglia, gli episodi dell'infanzia in cui lei non c'era, ma che lui le ha raccontato in passato; ricorda il lavoro che hanno fatto insieme e come lo hanno fatto, gli incontri e, soprattutto, ricorda il loro amore. Anna comincia a narrargli ogni cosa , riempiendo i giorni di racconti intensi che portano alla luce non solo gli episodi divertenti e dolorosi della vita che hanno condiviso, ma la personalità, il modo di pensare e anche di far ridere di Massimo. I due ritrovano in questo modo anche il piacere di stare insieme, il loro linguaggio scherzoso, l'allegria e il sentimento che li ha uniti in passato: il loro rapporto sembra ricominciare. Col passare del tempo - un tempo vissuto con pigrizia, alzandosi tardi, stando sveglio fino a notte inoltrata ad ascoltare i racconti che lo riguardano - Massimo si coinvolge e comincia lui stesso a ricordare e a parlare di sé, riuscendo in questo modo a ritrovare il filo della propria esistenza.

Il battello bianco
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Ajtmatov, Cinghiz

Il battello bianco

Marcos y Marcos, 26/04/2007

Abstract: "Aveva due favole. Una sua, di cui nessuno era a conoscenza. E l'altra, quella che raccontava il nonno. Poi, non ne rimase niente. È questa la storia".Nelle foreste della Kirghisia, tra magnifiche montagne, c'è un posto di guardia, un pugno di case affacciate sul torrente.Ci abitano tre famiglie e un unico bambino, con la testa rotonda sul collo magro e le orecchie a sventola. Un bambino rimasto senza genitori, affidato alle cure di nonno Momun.Il bambino aspetta con ansia il passaggio dei pastori, per giocare con i loro figli intorno ai falò; si tuffa nel torrente sognando di trasformarsi in pesce e nuotare fino al lago, incontro al battello bianco che contempla ogni sera, con il binocolo, dalla cima del Monte Sentinella. Ammira i lavoratori del sovchoz e impara a schivare Orozkul, la guardia forestale, che quando beve diventa violento. Si addormenta ascoltando dalla voce del nonno le leggende della Valle di San Taš: echi di antiche battaglie lungo il fiume Enesaj, una grande cerva bianca che raccoglie due bambini smarriti e li porta lontano, a fondare una nuova stirpe.Un pomeriggio d'autunno le cornacchie gracchiano forte. Orozkul e nonno Momun marciano nella foresta, ciascuno immerso nei propri pensieri. Orozkul ha propositi loschi, il vecchio è costretto a seguirlo. Al rombo del torrente, cresce la tensione tra i due, gli scatti dispotici di Orozkul esasperano il nonno. Il nipote lo aspetta da ore davanti alla scuola.In un crescendo orchestrato alla perfezione, paure nascoste, speranze selvagge brillano per un attimo in tutta la loro forza, e ripiombano nelle crepe della realtà.Il bambino sogna cerbiatti, gli adulti si arrendono, complottano. E il delitto si consuma in una notte: la notte del battello bianco.Con l'impeto e la visione di un grande narratore, Aitmatov mette in scena una tragedia universale, lo scontro tra slancio vitale limpido, gioioso e meschinità greve, cieca, disperante.Il battello bianco è una testimonianza fondamentale sulla necessità di non scendere a compromessi, per salvare tutto il bene che può esserci.Un romanzo appassionante sulle delizie del mondo, la vischiosità del male, la forza e la fragilità della purezza.

Espressioni regolari. Inventate nel 1950 ma ancora oggi insostituibili: le regexp
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Beri, Marco

Espressioni regolari. Inventate nel 1950 ma ancora oggi insostituibili: le regexp

Apogeo, 13/06/2007

Abstract: Argomenti:•    Introduzione alle regexp•    Utilizzo e potenzialità•    La sintassi e le regole•    Espressioni regolari in pratica•    Espressioni regolari e linguaggi di programmazione: PHP, Perl, Ruby, Python, Javascript, Java, Visual Basic

L'eleganza del riccio
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Barbery, Muriel - Caillat, Emanuelle - Poli, Cinzia

L'eleganza del riccio

Edizioni e/o, 01/10/2007

Abstract: Siamo a Parigi in un elegante palazzo abitato da famiglie dell'alta borghesia. Dalla sua guardiola assiste allo scorrere di questa vita di lussuosa vacuità la portinaia Renée, che appare in tutto e per tutto conforme all'idea stessa della portinaia: grassa, sciatta, scorbutica e teledipendente. Invece, all'insaputa di tutti, Renée è una coltissima autodidatta, che adora l'arte, la filosofia, la musica, la cultura giapponese. Poi c'è Paloma, la figlia di un ministro ottuso; dodicenne geniale, brillante e fin troppo lucida che, stanca di vivere, ha deciso di farla finita (il 16 giugno, giorno del suo tredicesimo compleanno, per l'esattezza). Fino ad allora continuerà a fingere di essere una ragazzina mediocre e imbevuta di sottocultura adolescenziale come tutte le altre. Due personaggi in incognito, quindi, diversi eppure accomunati dallo sguardo ironicamente disincantato, che ignari l'uno dell'impostura dell'altro si incontreranno solo grazie all'arrivo di monsieur Ozu, un ricco giapponese, il solo che saprà smascherare Renée e il suo antico, doloroso segreto.

Elementi di economia del turismo
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Magliulo, Antonio

Elementi di economia del turismo

Firenze University Press, 01/01/2007

Abstract: Il turismo è destinato a diventare uno dei fenomeni socio-economici più rilevanti dei prossimi anni. Ma è un'attività complessa, sfuggente, che mal si presta ad essere circoscritta e misurata. La rilevanza e la complessità del fenomeno hanno generato una nuova disciplina – l'economia del turismo – e tanti pregevoli libri di testo. Perché allora un nuovo manuale? Forse perché c'è uno spazio ancora aperto. I manuali di economia del turismo presuppongono che il lettore conosca già i fondamenti dell'economia politica e descrivono nel dettaglio e in profondità le molteplici dimensioni del fenomeno turistico. D'altra parte, i manuali di economia politica non menzionano affatto il settore turistico e seguono un approccio (apparentemente) astratto e eccessivamente teorico. Il lettore rischia così di trovarsi in uno strano paradosso: quando studia l'economia politica non comprende l'utilità che potrà trarre da quelle conoscenze, e quando passa all'economia del turismo avverte uno iato troppo grande. Questo libro vorrebbe essere un piccolo ponte che conduce dall'economia politica all'economia del turismo. Passato il guado, il lettore dovrebbe inoltrarsi più facilmente nei territori dell'economia turistica.Antonio Magliulo (1962) insegna Economia politica del turismo e Storia del pensiero economico nella Facoltà di Economia dell'Università di Firenze. Tra le sue pubblicazioni figurano: Non solo liberisti. L'ambivalente ruolo della teoria neoclassica nella cultura economica italiana del Novecento (1999) e Il keynesismo in Italia (1913-1963). Le ragioni di una rivoluzione mancata (2003).

Le poetiche dell'oggetto da Luciano Anceschi ai novissimi. Linee evolutive di un'istituzione della poesia del Novecento
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Lisa, Tommaso

Le poetiche dell'oggetto da Luciano Anceschi ai novissimi. Linee evolutive di un'istituzione della poesia del Novecento

Firenze University Press, 01/01/2007

Abstract: Le Poetiche dell'oggetto da Luciano Anceschi ai Novissimi analizza l'istituzione della poetica dell'oggetto nella poesia italiana degli anni '50-'60, seguendo le coordinate poste dalla Nuova Fenomenologia Critica di Luciano Anceschi in rapporto con la Fenomenologia di Husserl e il pragmatismo americano di Dewey.A partire dall'interpretazione del Novecento tra poetica della parola e poetica dell'oggetto, viene svolto un itinerario articolato tra Linea Lombarda e la sperimentazione dei Novissimi, garante il correlativo oggettivo di Eliot rielaborato nelle "poetiche americane".Lo studio, suddiviso in due sezioni (una di teoria letteraria, l'altra di analisi dei testi), include una appendice di testimonianze inedite e documenti rari.Tommaso Lisa è autore di Scritture del riconoscimento. Su ora serrata retinae di Valerio Magrelli (Roma, Bulzoni, 2004); Pretesti ecfrastici. Edoardo Sanguinati e alcuni artisti italiani (Firenze, SEF, 2004); Poetiche contemporanee. Colloqui con dieci poeti (Arezzo, Zona, 2006). Ha curato i due numeri (31-32, 2006) della rivista "Il verri" dedicati a I diari di Luciano Anceschi (1986-1995).

Slavica biblioteconomica
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Mazzitelli, Gabriele

Slavica biblioteconomica

Firenze University Press, 01/01/2007

Abstract: I saggi di Gabriele Mazzitelli qui raccolti, pur composti in anni diversi e caratterizzati da un'indubbia varietà tematica e molteplicità di approcci, sembrano scaturire tutti da un preciso e organico progetto d'indagine. Sono tutti contraddistinti, infatti, dall'amore per il libro, visto, da un lato, come oggetto irripetibile e magnifico, prodotto del genio individuale e del retaggio culturale, e, dall'altro, come tramite di conoscenza, di legame intellettuale e spirituale. Il libro amato da Mazzitelli è quello della ricca e variegata tradizione culturale slava, il libro russo, in primo luogo ma non solo, e non nell'astratta dimensione della dotta citazione bibliografica, bensì nella viva, mutevole e talvolta peritura dimensione della biblioteca, vista come vivente luogo d'incontro e di studio. La vita del libro slavo in Italia dipende dalla sua piena fruibilità e dalla sua piena valorizzazione. Gli studi contenuti in questo volume costituiscono un passaggio obbligato verso la piena realizzazione di questo compito.Gabriele Mazzitelli dirige dal 1988 la Biblioteca dell'Area Biomedica dell'Università di Roma "Tor Vergata". Da molti anni è anche docente a contratto di Lingua e di Letteratura russa presso la Lumsa di Roma. Membro della redazione di AIB-WEB, il sito dell'Associazione italiana biblioteche, fa parte del comitato editoriale delle riviste "Bollettino AIB" e "Culture del testo e del documento". È autore di numerosi contributi sia di ambito slavistico sia di ambito biblioteconomico.

Voci dal mondo per Primo Levi. In memoria, per la memoria
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Dei, Luigi

Voci dal mondo per Primo Levi. In memoria, per la memoria

Firenze University Press, 01/01/2007

Abstract: Voci dal mondo per Primo Levi. In memoria, per la memoria curato da Luigi Dei, consta di quindici contributi di dimensioni circoscritte realizzati da un insieme multiforme e poliedrico di autori, sia a livello di provenienza geografica che di formazione e professione.Vent'anni fa rientrava drammaticamente nel mondodei "sommersi" un personaggio unico nella storiadel nostro Paese, uno degli sparuti "salvati" cheaveva trovato la forza di testimoniare i drammidel ventesimo secolo: Primo Levi. Nel ventesimoanniversario della scomparsa Firenze University Press ha deciso di vivificare la sua lezione con un omaggio che non vuol essere celebrazione, bensì pausa di riflessione per riascoltare le parole di questo grande scrittore, atomizzate nel mondo intero originando germi di memoria auspicabilmente universali al pari dei segni matematici e geometrici o delle formule chimiche da lui tanto amati.Luigi Dei, docente di chimica fisica all'Università degli Studi di Firenze, studioso della chimica dei materiali e delle applicazioni di questa alla conservazione del patrimonio culturale, si è recentemente occupato di Primo Levi nell'ambito di iniziative culturali legate al tema della Memoria.

Estetiche della percezione
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Desideri, F. - Matteucci, G.

Estetiche della percezione

Firenze University Press, 01/01/2007

Abstract: Con questo volume si prosegue la riflessione a più voci avviata con Dall'oggetto estetico all'oggetto artistico che i medesimi curatori hanno pubblicato con la Firenze University Press. Argomento del libro è il nesso organico che congiunge i due versanti tematici che definiscono l'ambito dell'Estetica: la teoria della percezione e la riflessione sulle arti. L'apparente ridondanza contenuta nel titolo intende sottolineare come l'intreccio tra percezione e opera d'arte sia strutturale e organico, richiamando così l'urgenza teorica di questa problematica per una effettiva comprensione delle dinamiche di senso dell'arte come "forma simbolica" in cui si incarna in maniera esemplare il rapporto tra mente e mondo. Il volume si articola in tre parti. La prima presenta nuclei di riflessione sorti da prospettive contemporanee "fuori dal coro". La seconda si confronta con diversi quadri di teoria della percezione. Nella terza parte, infine, si indagano alcuni casi in cui artisti contemporanei hanno affrontato il nesso tra pratica espressiva e articolazione della percezione. Fabrizio Desideri è professore ordinario di Estetica presso l'Università di Firenze. Tra le sue opere: L'ascolto della coscienza. Una ricerca filosofica (Milano 1998); Il fantasma dell'opera. Benjamin, Adorno e le aporie dell'arte contemporanea (Genova 2002); Il passaggio estetico. Saggi kantiani (Genova 2003); Forme dell'estetica. Dall'esperienza del bello al problema dell'arte (Roma-Bari 2004).Giovanni Matteucci è professore associato di Estetica all'Università di Bologna. Tra le sue opere: Anatomie diltheyane (Bologna 1994), Immagini della vita (1995), Per una fenomenologia critica dell'estetico (Bologna 1998), Dilthey: Das Ästhetische als Relation (2004), Filosofia ed estetica del senso (Pisa 2005). Per la FUP ha curato, assieme a Fabrizio Desideri, il volume Dall'oggetto estetico all'oggetto artistico (2006).

Teoria e tecnica delle comunicazioni di massa
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Borello, Enrico - Mannori, Silvia

Teoria e tecnica delle comunicazioni di massa

Firenze University Press, 01/01/2007

Abstract: Negli ultimi anni l'interesse per gli studi sulla comunicazione, stimolato anche da richieste provenienti dal mondo del lavoro, è cresciuto enormemente e ha dato vita a un vivace dibattito a cui partecipano, con posizioni spesso contraddittorie, numerose discipline. Questa situazione rende difficile trattare il complesso degli aspetti legati alla comunicazione in una prospettiva coerente e che possa essere universalmente accettata.L'opera si propone però di fare un tentativo in questo senso e, partendo da una ricognizione storica quanto più possibile completa, offrire una serie di ipotesi di lavoro riconoscibili come unificanti.La prima parte del volume esamina quindi i principali modelli comunicativi e presenta le posizioni che, in base alla nozione di competenza comunicativa, sembrano più valide.La seconda parte illustra invece le applicazioni di alcuni modelli comunicativi alla comunicazione pubblicitaria e alla comunicazione del sistema moda, contribuendo quindi a dare soluzioni anche a problemi pratici di management.Enrico Borello è presidente del corso di laurea in Comunicazione Linguistica e Multimediale dell'Università di Firenze e direttore del master in Pubblicità istituzionale, comunicazione multimediale e creazione di eventi. Insegna Didattica delle Lingue Straniere Moderne e Teoria e Tecnica delle Comunicazioni di Massa. Ha pubblicato tra gli altri Le parole dei mestieri. Gergo e comunicazione (2001) e (con B. Baldi) Teorie della comunicazione e glottodidattica (2003).Silvia Mannori insegna Teoria e Tecnica delle Comunicazioni di Massa presso l'Università di Firenze ed è tutor didattico del master in Pubblicità istituzionale, comunicazione multimediale e creazione di eventi. Sui temi della comunicazione di massa ha pubblicato diversi articoli su periodici nazionali ed internazionali.

L'Italia alla fine del Medioevo. I caratteri originali nel quadro europeo
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Salvestrini, F.

L'Italia alla fine del Medioevo. I caratteri originali nel quadro europeo

Firenze University Press, 01/01/2007

Abstract: Primo di due volumi, il secondo curato da Federica Cengarle, che prendono in esame alcuni 'caratteri originali' dell'Italia tardomedievale rispetto all'Europa del tempo.Dei due convegni dei quali si pubblicano gli atti, il primo – tenutosi nell'ottobre del 2000 – ha cercato di dar conto, in una sezione introduttiva, dei quadri ambientali di lungo periodo entro cui si iscri-ve il percorso della società italiana: il paesaggio rurale e il quadro degli insediamenti urbani, senza dimenticare, nell'uno e nell'altro caso, l'eredità del mondo romano. Il secondo convegno, invece, tenutosi nell'autunno del 2002 si è proposto di prendere in considerazione aspetti e settori di storia della cultura e delle ideologie politiche, della mentalità, della vita religiosa, ma anche la storia delle tecniche.