Includi: tutti i seguenti filtri
× Data 2007
Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Risorse Catalogo

Trovati 52 documenti.

Odette Toulemonde
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Schmitt, Eric-Emmanuel - Bracci Testasecca, Alberto

Odette Toulemonde

Edizioni e/o, 01/04/2007

Abstract: Otto incantevoli favole contemporanee nello stile dell'autore di Monsieur Ibrahim e i fiori del Corano: lievi, profonde, divertenti, malinconiche. Il tema è la felicità: un paradossale miraggio a portata di mano che spesso non vogliamo o non possiamo raggiungere. Otto racconti, otto donne, otto storie d'amore. Dalla commessa alla spietata miliardaria, dalla trentenne delusa a una misteriosa principessa scalza, passando per mariti ambigui e amanti vigliacchi, è una galleria di personaggi indimenticabili che Eric-Emmanuel Schmitt racconta con tenerezza nella loro ricerca della felicità.Odette Toulemonde, oltre a essere uno dei racconti di questa raccolta, è un film realizzato da Schmitt."Uno stile fatto di leggerezza, emozioni e ironia". (Fabio Gambaro – La Repubblica)"Un libro felice, pieno di grazia". (Fulvio Panzeri – Avvenire on line)

Aritmetica e algebra
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Dikranjan, Dikran - Lucido, Maria Silvia

Aritmetica e algebra

Liguori Editore, 01/01/2007

Abstract: Il volume è destinato ai docenti e agli studenti del primo biennio della laurea in matematica e informatica. La necessità di scrivere un nostro testo anziché usare quelli già esistenti è nata dalle nuove esigenze delle lauree triennali italiane. Nei primi tre capitoli s'introducono i concetti alla base di ogni altro corso di matematica che possono coprire un corso bimestrale di Aritmetica. L'obiettivo del libro – del resto – è quello d'introdurre le strutture algebriche fondamentali: i semigruppi, i gruppi e gli anelli. I capitoli 4-8 sono pensati per un corso bimestrale di Algebra 1 (gruppi e cenni sulle strutture algebriche), mentre i capitoli 9-12 sono pensati per un corso bimestrale di Algebra 2 (anelli e campi). Alla fine d'ogni capitolo riportiamo molti esercizi che riguardano il materiale esposto nel capitolo stesso. Crediamo sia utile avere in un unico volume sia il testo sia gli esercizi con gli svolgimenti. Il libro ne contiene più di 500, di cui oltre 300 con soluzione o suggerimento.

Genomica e biotecnologie genetiche
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Barcaccia, Gianni - Falcinelli, Mario

Genomica e biotecnologie genetiche

Liguori Editore, 01/01/2007

Abstract: L'opera, suddivisa in tre tomi, ormai giunta alla seconda edizione riveduta e aggiornata, è destinata agli studenti universitari dei corsi di laurea in Scienze Agrarie, più direttamente interessati alla genetica e al miglioramento genetico degli organismi vegetali e animali, e a quelli dei corsi di laurea in Medicina Veterinaria, Scienze Biologiche e Naturali, e Tecnologie Alimentari che desiderino integrare la loro preparazione in genetica, genomica e biotecnologie genetiche con lo studio di alcuni aspetti più propriamente connessi alle specie di interesse agrario, alimentare e ambientale. Tuttavia, il testo è facilmente consultabile anche da tutti i tecnici del settore agro-alimentare che desiderino avvicinarsi, in particolare, alle basi teoriche e ai concetti generali della genetica, e aggiornarsi sui problemi del miglioramento genetico, della costituzione varietale, delle produzioni alimentari, dell'analisi genomica e delle biotecnologie genetiche, più in generale.La seconda edizione riveduta e aggiornata di questo volume include aggiornamenti sui progressi compiuti nel sequenziamento dei genomi – grazie alle piattaforme NGS – che hanno permesso l'avanzamento delle conoscenze sulla funzione di molti geni chiave, portando allo sviluppo di nuove biotecnologie per il miglioramento genetico delle specie agro-alimentari. Tra queste il breeding cisgenico e l'editing genomico sono le più promettenti e hanno le potenzialità per intensificare l'agricoltura sostenibile e implementare la sicurezza alimentare, in un'epoca caratterizzata da forte aumento demografico e rapidi cambiamenti climatici.

Letteratura fluida
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Abruzzese, Alberto - Ragone, Giovanni

Letteratura fluida

Liguori Editore, 01/01/2007

Abstract: Alla domanda sul senso della lettura attuale dei classici letterari si va sempre più sostituendo la questione del perché leggere i contemporanei. Qual è oggi la funzione della letteratura? Letteratura fluida presenta gli Atti del convegno tenutosi a Urbino il 15-16 gennaio 2004. Nell'incontro sociologi e mediologi provano a coinvolgere altri studiosi nella lettura della fase attuale e delle relative archeologie: filosofi, semiotici, scrittori, critici e storici della letteratura, delle arti, dell'architettura. La mutazione ipermediale segna il tramonto o un nuovo ciclo della letteratura? Riflettere sulle forme del romanzo e della poesia significa ripercorrere quelle reti di senso, di invenzioni strutturali, di paradossi e metafore che anche la letteratura ha continuato a tessere negli spazi fluidi del Novecento. Dalla scrittura verso le sceneggiature del cinema e i linguaggi della pubblicità. Dalle estetiche del desiderio e del consumo, dall'implosione della comunicazione, dalla mutazione sensoriale verso il testo scritto, seguendo nuovi immaginari.

Come vivo ora
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Rosoff, Meg

Come vivo ora

Feltrinelli Editore, 28/06/2007

Abstract: Daisy ed Edmond si incontrano in una fattoria nella campagna inglese. Adolescenti, si trovano a condividere una situazione eccezionale: senza adulti, devono sopravvivere senza elettricità, senza telefono, senza cibo, e ricominciano da zero. Sono soli. Fuori, in tutta Europa, è scoppiata una guerra incomprensibile che lì sembra ancora più distante. Nell'isolamento matura l'amore. Da una parte il rumore del mondo, dall'altra il fruscio delle piccole cose, della quotidianità. Quando la guerra drammaticamente li separa comincia una struggente odissea che è anche una meravigliosa storia d'amore."Restammo là seduti mentre il giorno lasciava il posto al tramonto e il tramonto alla sera. Si levò la luna e le costellazioni presero a muoversi nel cielo mentre io parlavo e lui ascoltava, e ci volle quasi tutta la notte per raccontargli ogni cosa ma io andai avanti finché non ci fu più niente da dire.""'Una storia magica, perfetta', l'ha recensita alla pubblicazione in Gran Bretagna Mark Haddon, autore di Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte. I due libri si somigliano. Entrambi piacciono ai bambini come ai grandi. Entrambi hanno uno stile in apparenza facile e diretto, in realtà sottilmente poetico. Entrambi hanno la struttura di una fiaba post-moderna."Enrico Franceschini "la Repubblica"

Tre storie d'amore
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Vázquez Montalbán, Manuel - Lyria, Hado

Tre storie d'amore

Feltrinelli Editore, 25/01/2007

Abstract: Tre storie di Pepe Carvalho: una riflessione davanti al cadavere di una vecchia fiamma, un'amara considerazione sugli amori che uccidono, un confronto quasi arreso con il cinismo femminile. Tre racconti senza tempi morti, tre misteri che sembrano nascere dai nodi irrisolti del cuore di Pepe Carvalho: si deve sentire responsabile del prezzo troppo alto pagato alla libertà dalla donna che, grazie a lui, ha aperto la gabbia di una vita borghese? Qual è il limite estremo del desiderio? Fino a dove può arrivare la leggerezza del vivere? Tre affondi nel labirinto dei sentimenti, tre magistrali esercitazioni sul tema della passione. Tre casi che forse solo il cuore di un vecchio cinico sentimentale come Carvalho può risolvere.

L'eleganza del riccio
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Barbery, Muriel - Caillat, Emanuelle - Poli, Cinzia

L'eleganza del riccio

Edizioni e/o, 01/10/2007

Abstract: Siamo a Parigi in un elegante palazzo abitato da famiglie dell'alta borghesia. Dalla sua guardiola assiste allo scorrere di questa vita di lussuosa vacuità la portinaia Renée, che appare in tutto e per tutto conforme all'idea stessa della portinaia: grassa, sciatta, scorbutica e teledipendente. Invece, all'insaputa di tutti, Renée è una coltissima autodidatta, che adora l'arte, la filosofia, la musica, la cultura giapponese. Poi c'è Paloma, la figlia di un ministro ottuso; dodicenne geniale, brillante e fin troppo lucida che, stanca di vivere, ha deciso di farla finita (il 16 giugno, giorno del suo tredicesimo compleanno, per l'esattezza). Fino ad allora continuerà a fingere di essere una ragazzina mediocre e imbevuta di sottocultura adolescenziale come tutte le altre. Due personaggi in incognito, quindi, diversi eppure accomunati dallo sguardo ironicamente disincantato, che ignari l'uno dell'impostura dell'altro si incontreranno solo grazie all'arrivo di monsieur Ozu, un ricco giapponese, il solo che saprà smascherare Renée e il suo antico, doloroso segreto.

Elementi di economia del turismo
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Magliulo, Antonio

Elementi di economia del turismo

Firenze University Press, 01/01/2007

Abstract: Il turismo è destinato a diventare uno dei fenomeni socio-economici più rilevanti dei prossimi anni. Ma è un'attività complessa, sfuggente, che mal si presta ad essere circoscritta e misurata. La rilevanza e la complessità del fenomeno hanno generato una nuova disciplina – l'economia del turismo – e tanti pregevoli libri di testo. Perché allora un nuovo manuale? Forse perché c'è uno spazio ancora aperto. I manuali di economia del turismo presuppongono che il lettore conosca già i fondamenti dell'economia politica e descrivono nel dettaglio e in profondità le molteplici dimensioni del fenomeno turistico. D'altra parte, i manuali di economia politica non menzionano affatto il settore turistico e seguono un approccio (apparentemente) astratto e eccessivamente teorico. Il lettore rischia così di trovarsi in uno strano paradosso: quando studia l'economia politica non comprende l'utilità che potrà trarre da quelle conoscenze, e quando passa all'economia del turismo avverte uno iato troppo grande. Questo libro vorrebbe essere un piccolo ponte che conduce dall'economia politica all'economia del turismo. Passato il guado, il lettore dovrebbe inoltrarsi più facilmente nei territori dell'economia turistica.Antonio Magliulo (1962) insegna Economia politica del turismo e Storia del pensiero economico nella Facoltà di Economia dell'Università di Firenze. Tra le sue pubblicazioni figurano: Non solo liberisti. L'ambivalente ruolo della teoria neoclassica nella cultura economica italiana del Novecento (1999) e Il keynesismo in Italia (1913-1963). Le ragioni di una rivoluzione mancata (2003).

Le poetiche dell'oggetto da Luciano Anceschi ai novissimi. Linee evolutive di un'istituzione della poesia del Novecento
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Lisa, Tommaso

Le poetiche dell'oggetto da Luciano Anceschi ai novissimi. Linee evolutive di un'istituzione della poesia del Novecento

Firenze University Press, 01/01/2007

Abstract: Le Poetiche dell'oggetto da Luciano Anceschi ai Novissimi analizza l'istituzione della poetica dell'oggetto nella poesia italiana degli anni '50-'60, seguendo le coordinate poste dalla Nuova Fenomenologia Critica di Luciano Anceschi in rapporto con la Fenomenologia di Husserl e il pragmatismo americano di Dewey.A partire dall'interpretazione del Novecento tra poetica della parola e poetica dell'oggetto, viene svolto un itinerario articolato tra Linea Lombarda e la sperimentazione dei Novissimi, garante il correlativo oggettivo di Eliot rielaborato nelle "poetiche americane".Lo studio, suddiviso in due sezioni (una di teoria letteraria, l'altra di analisi dei testi), include una appendice di testimonianze inedite e documenti rari.Tommaso Lisa è autore di Scritture del riconoscimento. Su ora serrata retinae di Valerio Magrelli (Roma, Bulzoni, 2004); Pretesti ecfrastici. Edoardo Sanguinati e alcuni artisti italiani (Firenze, SEF, 2004); Poetiche contemporanee. Colloqui con dieci poeti (Arezzo, Zona, 2006). Ha curato i due numeri (31-32, 2006) della rivista "Il verri" dedicati a I diari di Luciano Anceschi (1986-1995).

Slavica biblioteconomica
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Mazzitelli, Gabriele

Slavica biblioteconomica

Firenze University Press, 01/01/2007

Abstract: I saggi di Gabriele Mazzitelli qui raccolti, pur composti in anni diversi e caratterizzati da un'indubbia varietà tematica e molteplicità di approcci, sembrano scaturire tutti da un preciso e organico progetto d'indagine. Sono tutti contraddistinti, infatti, dall'amore per il libro, visto, da un lato, come oggetto irripetibile e magnifico, prodotto del genio individuale e del retaggio culturale, e, dall'altro, come tramite di conoscenza, di legame intellettuale e spirituale. Il libro amato da Mazzitelli è quello della ricca e variegata tradizione culturale slava, il libro russo, in primo luogo ma non solo, e non nell'astratta dimensione della dotta citazione bibliografica, bensì nella viva, mutevole e talvolta peritura dimensione della biblioteca, vista come vivente luogo d'incontro e di studio. La vita del libro slavo in Italia dipende dalla sua piena fruibilità e dalla sua piena valorizzazione. Gli studi contenuti in questo volume costituiscono un passaggio obbligato verso la piena realizzazione di questo compito.Gabriele Mazzitelli dirige dal 1988 la Biblioteca dell'Area Biomedica dell'Università di Roma "Tor Vergata". Da molti anni è anche docente a contratto di Lingua e di Letteratura russa presso la Lumsa di Roma. Membro della redazione di AIB-WEB, il sito dell'Associazione italiana biblioteche, fa parte del comitato editoriale delle riviste "Bollettino AIB" e "Culture del testo e del documento". È autore di numerosi contributi sia di ambito slavistico sia di ambito biblioteconomico.

Voci dal mondo per Primo Levi. In memoria, per la memoria
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Dei, Luigi

Voci dal mondo per Primo Levi. In memoria, per la memoria

Firenze University Press, 01/01/2007

Abstract: Voci dal mondo per Primo Levi. In memoria, per la memoria curato da Luigi Dei, consta di quindici contributi di dimensioni circoscritte realizzati da un insieme multiforme e poliedrico di autori, sia a livello di provenienza geografica che di formazione e professione.Vent'anni fa rientrava drammaticamente nel mondodei "sommersi" un personaggio unico nella storiadel nostro Paese, uno degli sparuti "salvati" cheaveva trovato la forza di testimoniare i drammidel ventesimo secolo: Primo Levi. Nel ventesimoanniversario della scomparsa Firenze University Press ha deciso di vivificare la sua lezione con un omaggio che non vuol essere celebrazione, bensì pausa di riflessione per riascoltare le parole di questo grande scrittore, atomizzate nel mondo intero originando germi di memoria auspicabilmente universali al pari dei segni matematici e geometrici o delle formule chimiche da lui tanto amati.Luigi Dei, docente di chimica fisica all'Università degli Studi di Firenze, studioso della chimica dei materiali e delle applicazioni di questa alla conservazione del patrimonio culturale, si è recentemente occupato di Primo Levi nell'ambito di iniziative culturali legate al tema della Memoria.

Estetiche della percezione
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Desideri, F. - Matteucci, G.

Estetiche della percezione

Firenze University Press, 01/01/2007

Abstract: Con questo volume si prosegue la riflessione a più voci avviata con Dall'oggetto estetico all'oggetto artistico che i medesimi curatori hanno pubblicato con la Firenze University Press. Argomento del libro è il nesso organico che congiunge i due versanti tematici che definiscono l'ambito dell'Estetica: la teoria della percezione e la riflessione sulle arti. L'apparente ridondanza contenuta nel titolo intende sottolineare come l'intreccio tra percezione e opera d'arte sia strutturale e organico, richiamando così l'urgenza teorica di questa problematica per una effettiva comprensione delle dinamiche di senso dell'arte come "forma simbolica" in cui si incarna in maniera esemplare il rapporto tra mente e mondo. Il volume si articola in tre parti. La prima presenta nuclei di riflessione sorti da prospettive contemporanee "fuori dal coro". La seconda si confronta con diversi quadri di teoria della percezione. Nella terza parte, infine, si indagano alcuni casi in cui artisti contemporanei hanno affrontato il nesso tra pratica espressiva e articolazione della percezione. Fabrizio Desideri è professore ordinario di Estetica presso l'Università di Firenze. Tra le sue opere: L'ascolto della coscienza. Una ricerca filosofica (Milano 1998); Il fantasma dell'opera. Benjamin, Adorno e le aporie dell'arte contemporanea (Genova 2002); Il passaggio estetico. Saggi kantiani (Genova 2003); Forme dell'estetica. Dall'esperienza del bello al problema dell'arte (Roma-Bari 2004).Giovanni Matteucci è professore associato di Estetica all'Università di Bologna. Tra le sue opere: Anatomie diltheyane (Bologna 1994), Immagini della vita (1995), Per una fenomenologia critica dell'estetico (Bologna 1998), Dilthey: Das Ästhetische als Relation (2004), Filosofia ed estetica del senso (Pisa 2005). Per la FUP ha curato, assieme a Fabrizio Desideri, il volume Dall'oggetto estetico all'oggetto artistico (2006).

Teoria e tecnica delle comunicazioni di massa
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Borello, Enrico - Mannori, Silvia

Teoria e tecnica delle comunicazioni di massa

Firenze University Press, 01/01/2007

Abstract: Negli ultimi anni l'interesse per gli studi sulla comunicazione, stimolato anche da richieste provenienti dal mondo del lavoro, è cresciuto enormemente e ha dato vita a un vivace dibattito a cui partecipano, con posizioni spesso contraddittorie, numerose discipline. Questa situazione rende difficile trattare il complesso degli aspetti legati alla comunicazione in una prospettiva coerente e che possa essere universalmente accettata.L'opera si propone però di fare un tentativo in questo senso e, partendo da una ricognizione storica quanto più possibile completa, offrire una serie di ipotesi di lavoro riconoscibili come unificanti.La prima parte del volume esamina quindi i principali modelli comunicativi e presenta le posizioni che, in base alla nozione di competenza comunicativa, sembrano più valide.La seconda parte illustra invece le applicazioni di alcuni modelli comunicativi alla comunicazione pubblicitaria e alla comunicazione del sistema moda, contribuendo quindi a dare soluzioni anche a problemi pratici di management.Enrico Borello è presidente del corso di laurea in Comunicazione Linguistica e Multimediale dell'Università di Firenze e direttore del master in Pubblicità istituzionale, comunicazione multimediale e creazione di eventi. Insegna Didattica delle Lingue Straniere Moderne e Teoria e Tecnica delle Comunicazioni di Massa. Ha pubblicato tra gli altri Le parole dei mestieri. Gergo e comunicazione (2001) e (con B. Baldi) Teorie della comunicazione e glottodidattica (2003).Silvia Mannori insegna Teoria e Tecnica delle Comunicazioni di Massa presso l'Università di Firenze ed è tutor didattico del master in Pubblicità istituzionale, comunicazione multimediale e creazione di eventi. Sui temi della comunicazione di massa ha pubblicato diversi articoli su periodici nazionali ed internazionali.

L'Italia alla fine del Medioevo. I caratteri originali nel quadro europeo
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Salvestrini, F.

L'Italia alla fine del Medioevo. I caratteri originali nel quadro europeo

Firenze University Press, 01/01/2007

Abstract: Primo di due volumi, il secondo curato da Federica Cengarle, che prendono in esame alcuni 'caratteri originali' dell'Italia tardomedievale rispetto all'Europa del tempo.Dei due convegni dei quali si pubblicano gli atti, il primo – tenutosi nell'ottobre del 2000 – ha cercato di dar conto, in una sezione introduttiva, dei quadri ambientali di lungo periodo entro cui si iscri-ve il percorso della società italiana: il paesaggio rurale e il quadro degli insediamenti urbani, senza dimenticare, nell'uno e nell'altro caso, l'eredità del mondo romano. Il secondo convegno, invece, tenutosi nell'autunno del 2002 si è proposto di prendere in considerazione aspetti e settori di storia della cultura e delle ideologie politiche, della mentalità, della vita religiosa, ma anche la storia delle tecniche.

Il processo formativo tra potenziale di conoscenza e reti di saperi. Un contributo di riflessione sui processi di costruzione di conoscenza
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Del Gobbo, Giovanna

Il processo formativo tra potenziale di conoscenza e reti di saperi. Un contributo di riflessione sui processi di costruzione di conoscenza

Firenze University Press, 01/01/2007

Abstract: Quali possono essere oggi negli attuali scenari della formazione – intesa come processo continuo e diffuso – i significati e le funzioni dei saperi individuali e collettivi? Quali radici e matrici culturali caratterizzano i saperi in gioco all'interno di diversi e differenti contesti di formazione? In che modo individui e gruppi sociali costruiscono ed usano forme di conoscenza rispondenti ai bisogni emergenti a livello locale e globale?Riconoscere la policentricità dell'elaborazione culturale propria della contemporaneità e cogliere le identità molteplici che attraversano oggi la vita di ogni soggetto, richiede alle discipline pedagogiche di esaminare in un'ottica coerente la dinamica e la produzione delle conoscenze e i meccanismi di modellizzazione cognitiva.La riflessione presentata nel volume si definisce a partire dalle teorie sul processo di costruzione della conoscenza come sviluppo creativo del potenziale umano: nel quadro di una socializzazione planetaria dei saperi, la dinamica del processo di formazione si snoda nella complessa interazione tra potenziale di conoscenza (nella sua dimensione razionale, sensomotoria e emozionale) e reti di saperi, analizzata alla luce degli sviluppi del cognitivismo e del post-cognitivismo, mettendo a confronto una molteplicità di modelli e di chiavi di lettura.Giovanna Del Gobbo è assegnista di Ricerca su La qualità nell'alta formazione: modelli epistemologici, teorici ed ipotesi metodologiche di lavoro nell'area pedagogica, presso il Dipartimento di Scienze dell'Educazione e dei processi Culturali e Formativi dell'Università degli Studi di Firenze. È parte della redazione della rivista on- line LLL Focus on Lifelong Learning e si occupa dello studio di modelli di sistema educativo locale e di formazione in età adulta e sul tema ha pubblicato, con Silvia Guetta, I Saperi dei Circoli di Studio. Proposte teorico-metodologiche per operatori del Lifelong Learning, (Tirrenia - Pisa, Ed. Del Cerro, 2005). Per la stessa casa editrice ha di recente pubblicato Dall'ambiente all'educazione. Materiali di studio tra teoria, metodologia e pratiche (2007).

Città e territori da vivere oggi e domani. Il contributo scientifico delle tesi di laurea
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Natali, C. - Poli, D.

Città e territori da vivere oggi e domani. Il contributo scientifico delle tesi di laurea

Firenze University Press, 01/01/2007

Abstract: L'urbanistica ha il difficile compito di studiare l'habitat nei suoi variegati aspetti, con l'obiettivo di introdurvi le trasformazioni funzionali in riposta ai problemi della comunità. Essendo tuttavia una disciplina sperimentale, i metodi di approccio e di elaborazione possono essere fortemente differenziati fra loro. Il libro raccoglie le sintesi di alcune tesi di laurea rappresentative delle varie problematiche e aree disciplinari esistenti, elaborate nel Dipartimento di Urbanistica e pianificazione del territorio dell'Università di Firenze dal 2000 al 2004. Vengono esplorati temi di grande attualità quali la tutela dell'identità storica, il ripensamento della città attuale, delle aree obsolete e dei vuoti urbani, i percorsi e gli spazi di relazione, lo sviluppo sostenibile e la pianificazione, e gli insediamenti dei paesi in via di sviluppo.Carlo Natali, architetto urbanista, è professore associato di Urbanistica presso la Facoltà di Architettura di Firenze. Si occupa dei problemi inerenti la pianificazione urbanistica e territoriale, con particolare riferimento alla relazione fra la conoscenza delle risorse esistenti e la formazione del progetto di piano. È autore di numerosi libri e saggi, fra i quali Cinque lezioni di urbanistica tecnica (1992), Risorse e analisi del territorio (1998), L'analisi delle risorse nella formazione del piano strutturale (2004).Daniela Poli, insegna presso la Facoltà di Architettura di Firenze. Da tempo si occupa di analisi e interpretazione del territorio e del paesaggio in chiave interattiva. Fra i suoi testi: La piana fiorentina. Una biografia territoriale narrata dalle colline di Castello (1999), Attraversare le immagini del territorio. Un percorso fra geografia e pianificazione (2001), Storie di quartiere. La vicenda Ina-casa nel villaggio Isolotto a Firenze (2004).

Re-engineering engineering education in Europe
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Borri, C. - Maffioli, F.

Re-engineering engineering education in Europe

Firenze University Press, 01/01/2007

Abstract: Contributing to the development and the enrichment of the European dimension in Engineering Education (EE), constituted the global goal of TREE. In other words to enhance the compatibility of the many diverse routes to the status of Professional Engineer which exist in Europe and, hence, to facilitate greater mobility of skilled personnel and integration of the various situations throughout Europe. The activity of the TN TREE, made up by some 110 higher education Institutions and Associations, has been developed along four main lines:A.the tuning line B.the education and research line C.the attractiveness of EE lineD.the sustainability line This volume, accompanied by a CD Rom, presents the results of three years of works in the frame of the Thematic Network TREE which was activated and financed in the frame of the SOCRATES Programme in the period 2004-2007. Claudio Borri, full professor of Computational Mechanics of Structures, University of Florence (Italy), is immediate past President of SEFI (2005-07), President of IFEES (2006-08) Vice-Dean for International Relations and President of the Interuniversity Research Centre on Building & Environmental Aerodynamics. Prof. C. Borri has been awarded in 1994 with the "M. Plank Research Award" in Structural Mechanics by the M. Plank/A. von Humbold Found in Germany, and in 2001 with "Honorary Doctor Degree in Engineering Sciences" by the University of Architecture, Civil Engineering & Geodesy of Sofia, Bulgaria. Prof. Borri has been President and Legal Representative of E4 Thematic Network and is presently President and Legal Representative of TREE Thematic Network. Francesco Maffioli is Professor of Operational Research at the Politecnico di Milano since 1980. He was also visiting professor at the Université Libre de Bruxelles (ULB) during the second semester of each year from 1994 to 1997. His fields of scientific activity are: combinatorial optimisation, mathematical programming, computational complexity, and telecommunication network design. He is very active within SEFI and was President from 1995 to 1997. Within the SOCRATES II programme of the European Commission, he co-ordinated the Thematic Network "Enhancing Engineering Education in Europe" (E4), has chaired the Synergy Group on Engineering of the TUNING project, and is now the Scientific co-ordinator of TREE Thematic Network.

Ruggero Jacobbi alla radio. Quattro trasmissioni, tre conferenze e un inventario audiofonico
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Pancani, E.

Ruggero Jacobbi alla radio. Quattro trasmissioni, tre conferenze e un inventario audiofonico

Firenze University Press, 01/01/2007

Abstract: Di Ruggero Jacobbi, personaggio mitico del nostro Novecento, si è pubblicato molto in questi ultimi anni, grazie a un meritorio lavoro di recupero dai materiali inediti conservati presso l'Archivio contemporaneo "A. Bonsanti" del Gabinetto "G.P. Vieusseux". Ma a mancare, a dispetto delle tante nuove pagine di poesia e traduzione era ancora... la voce dell'autore. Quella voce che grazie all'attento lavoro di Eleonora Pancani possiamo ora leggere (se non sentire) mentre con straordinaria agilità intreccia versi e musica, letteratura e teatro, politica e divertissement. Ruggero Jacobbi alla radio offre infatti la trascrizione di alcune trasmissioni radiofoniche degli anni '70 che hanno avuto come protagonista questo intellettuale colto, polivalente e geniale. Jacobbi intrattiene il suo uditorio parlando di storia letteraria, di arti figurative, di lirica, citando versi, discutendo commedie, mescolando riflessioni su Goldoni, Pirandello, Bontempelli, Savinio, Pessoa, García Lorca, con una divertente aneddotica che coinvolge il mondo del cinema, del teatro, della letteratura, mentre nel suo affabulare i grandi personaggi della tradizione e della storia recente si intrecciano ai ricordi di vita privata.Eleonora Pancani si è laureata in Letteratura italiana moderna e contemporanea alla Facoltà di Lettere dell'Università di Firenze e fa parte di un gruppo di ricerca diretto da Anna Dolfi che si occupa di ordinamento e catalogazione di testi contemporanei.

Nuovi itinerari alla scoperta del greco antico. Le strutture fondamentali della lingua greca: fonetica, morfologia, sintassi, semantica, pragmatica
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Michelazzo, Francesco

Nuovi itinerari alla scoperta del greco antico. Le strutture fondamentali della lingua greca: fonetica, morfologia, sintassi, semantica, pragmatica

Firenze University Press, 01/01/2007

Abstract: Frutto di molteplici esperienze didattiche (in particolare, il corsobase di greco per studenti universitari), questo libro risponde a una duplice esigenza: essenzializzare e razionalizzare lo studio del greco antico (mostrando l'interdipendenza tra i vari piani linguistici e aiutando così a fare sinergia tra fenomeni diversi) e valorizzare adeguatamente aspetti importanti di solito trascurati o marginalizzati (come la semantica, l'organizzazione del testo, la stessa sintassi).Di pari passo con lo studio morfologico, il lettore è condotto a riflettere su tutte le più importanti strutture linguistiche del greco, in un percorso graduale che supera la rigida scansione tradizionale degli argomenti e mette a frutto insospettate analogie con fenomeni espressivi delle lingue moderne.Francesco Michelazzo, Ricercatore nella Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Firenze, si occupa di letteratura greca arcaica e classica, di metrica e di linguistica. È autore di numerosi saggi pubblicati in periodici e volumi collettanei, e di vari testi scolastici, fra i quali citiamo la storia-antologia della letteratura greca (in collaborazione) I classici greci (Le Monnier, 1993).

Firenze e la lingua italiana fra nazione ed Europa
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Nicoletta, Maraschio

Firenze e la lingua italiana fra nazione ed Europa

Firenze University Press, 01/01/2007

Abstract: Il volume raccoglie gli atti del convegno "Firenze e la lingua italiana tra nazione ed Europa" che si è tenuto nei giorni 27-28 maggio 2004 presso l'Aula Magna dell'Università degli Studi di Firenze e l'Accademia della Crusca. Firenze ha avuto, come è noto, un ruolo centrale nel processo di unificazione linguistica nazionale e grazie alla sua vocazione internazionale ha promosso la diffusione e la conoscenza della lingua e della cultura italiana in Europa e nel mondo. Al di là di ogni ottica celebrativa, quindi, il convegno ha permesso una discussione aperta sull'identità culturale della città nel contesto contemporaneo, attraverso una riflessione critica sulla sua storia (in particolare su alcuni momenti significativi della cultura fiorentina tra Otto e Novecento) e sul suo primato linguistico.