Includi: tutti i seguenti filtri
× Data 2003
× Materiale Risorse elettroniche
Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Risorse Catalogo

Trovati 7 documenti.

Psicologia dello sviluppo cognitivo-linguistico: tra teoria e intervento
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Aprile, Luigi

Psicologia dello sviluppo cognitivo-linguistico: tra teoria e intervento

Firenze University Press, 01/01/2003

Abstract: Il volume, pubblicato in onore di Filippo Boschi, si compone di un'introduzione e sedici contributi che riportano studi e ricerche realizzate da autori di varie Università italiane, tra cui Firenze, Padova, Roma, Trieste, spesso in collaborazione con gruppi di studiosi di prestigiose Università straniere. Il volume presenta quindi alcune delle più aggiornate acquisizioni scientifiche sulla psicologia della lettura in particolare e dello sviluppo cognitivo e linguistico in generale, ed è destinato non solo a specialisti e cultori del settore, ma anche agli studenti universitari impegnati nello studio della psicologia dello sviluppo e dell'educazione.Luigi Aprile ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca (PhD) in "Psicologia: processi di sviluppo e socializzazione" presso l'Università di Firenze nel 1993. Nello stesso anno, vince il concorso di Ricercatore presso l'Istituto Universitario Orientale IUO di Napoli. Dal 1997 è Professore affidatario di Psicologia dello sviluppo e Psicologia dell'educazione presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell'Università di Firenze. Al momento della costituzione (novembre 2002) afferisce alla Facoltà di Psicologia dell'Università di Firenze pur mantenendo gli incarichi di docenza presso la Facoltà di Scienze della Formazione. Fra i suoi lavori, oltre ad articoli pubblicati su riviste specializzate, alcuni volumi editi dalle Edizioni Giuffrè di Milano, Giunti di Firenze, Organizzazioni Speciali OS di Firenze su tematiche concernenti lo sviluppo psicologico e del linguaggio in particolare. È in corso di pubblicazione un Manuale di Psicologia dell'educazione per l'Editore Piccin di Padova.

Per leggere la società
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Bettin Lattes, Gianfranco

Per leggere la società

Firenze University Press, 01/01/2003

Abstract: Il libro costituisce un riuscito esperimento di ricerca che ha avuto successo anche come risorsa didattica. Propone una valutazione critica degli strumenti concettuali elaborati per leggere e comprendere una società. Vengono affrontati dieci concetti sociologici (Comunità, Cittadinanza, Classe sociale, Capitale sociale, Genere, Classe dirigente, Partito politico, Cultura politica, Subcultura, Antipolitica) ognuno preso in esame da un giovane ricercatore attivo nell'ambito del dottorato fiorentino di Sociologia e di Sociologia politica. Un coinvolgimento dei giovani che ha consentito una rivisitazione di concetti "vecchi" e l'individuazione dell'efficacia euristica di concetti "nuovi".Gianfranco Bettin Lattes insegna Sistemi sociali comparati presso la facoltà di Scienze politiche dell'Università di Firenze ed è direttore del Centro Interuniversitario di Sociologia Politica (Ciuspo).

Le corrispondenze familiari nell'archivio Dessí
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Andrei, C.

Le corrispondenze familiari nell'archivio Dessí

Firenze University Press, 01/01/2003

Abstract: Il volume consente di ricostruire, in un preciso contesto storico-geografico (quello della Sardegna degli anni Trenta e Quaranta, della Pisa della Scuola Normale, della Ferrara del primo dopo-guerra) la formazione di una personalità e il suo avviarsi verso la scrittura. Intorno alla figura di Giuseppe Dessí, uno dei narratori più raffinati e appartati del nostro secondo Novecento, si profilano quelle del padre, del fratello, delle compagne, degli amici. Un mondo da scoprire nella complessità dei rapporti, grazie alle oltre 1400 lettere conservate all'Archivio Contemporaneo del Gabinetto Vieusseux di Firenze, di cui qui si offre la schedatura ed un ampio regesto di contenuti. Chiara Andrei, laureata in Letteratura italiana moderna e contemporanea alla Facoltà di Lettere dell'Università di Firenze, fa parte di un gruppo di ricerca diretto da Anna Dolfi che si occupa di ordinamento e catalogazione di testi contemporanei.

Scienza e democrazia
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Mamone Capria, Marco

Scienza e democrazia

Liguori Editore, 01/01/2003

Abstract: Il controllo della ricerca scientifica (finalità, metodi, attendibilità, investimenti) da parte dei cittadini si presenta oggi come una condizione necessaria per la realizzazione di una democrazia degna del nome. Eppure i rapporti tra scienza e democrazia sono spesso elusi dagli scienziati, in nome di una 'libertà di ricerca' che sarebbe misteriosamente immune alle influenze culturali, sociali, economiche del loro tempo.Dalla fusione fredda alle medicine complementari, dalla cosmologia del Big Bang alla ricerca sull'AIDS, dalle biotecnologie agricole all'ingegneria, dalla matematica alla divulgazione – la varietà e importanza dei temi, discussi in maniera aggiornata e attenta alla loro dimensione politica, permetterà al lettore di farsi un'idea non ingenua e per molti versi inedita di 'come funziona veramente la scienza', e di come costruire un rapporto tra laici e specialisti adeguato alle sfide sempre più rischiose del nostro futuro.

Manuale di storia della lingua tedesca
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Foschi Albert, Marina - Hepp, Marianne

Manuale di storia della lingua tedesca

Liguori Editore, 01/01/2003

Abstract: Il volume presenta un panorama diacronico della lingua tedesca, riassumendo tematiche che costituiscono di regola l'oggetto di studio di singole discipline specialistiche (filologia, storia, storia della letteratura, sociolinguistica). L'interesse per la storia linguistica, vivo in Germania a partire dagli anni settanta (tra i primi risultati, i volumi di Peter von Polenz, Geschichte der deutschen Sprache, 1970; Hans Eggers, Deutsche Sprachgeschichte, 1977; Stefan Sonderegger, Grundzüge deutscher Sprachge-schichte, 1979), è di recente rilevabile anche in Italia in ambito di didattica universitaria, date le nuove esigenze curricolari dettate dalla riforma. Il presente volume, struttu-rato come "manuale di studio" su modello della Deutsche Sprachgeschichte di Gerhart Wolff (1990), riassume i risultati delle recenti ricerche storico-linguistiche condotte sulla lingua tedesca, mirando a descrivere gli usi linguistici attuali con lo sguardo rivolto ai loro sviluppi e agli aspetti storico-culturali che li hanno determinati. Le sezioni argomentative sono accompagnate, in tutto il testo, da esempi testuali, documenti storici, tavole esplicative.

Fuga a Sorrento. Tre storie
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

De Marchi, Cesare

Fuga a Sorrento. Tre storie

Feltrinelli Editore, 23/05/2003

Abstract: Tre storie. Tre peregrinazioni. Tre immersioni in un passato illustre,reinventato, emozionato, elettrizzato dalla fantasia letteraria di uno scrittorein stato di grazia.Nella prima il poeta-mercante trecentesco Lapo Pegolotti lascia Firenze con lesue carovane di mercanzia; trasformando i suoi viaggi in occasioni letterarie,riesce a farsi ricevere da Dante a Ravenna, prende quasi abusivamente parte allascalata del Mont Ventoux con Petrarca, ritrova Boccaccio a Firenze dopo la pestee salva il Decamerone, quindi scrive di suo un poema in terza rima…Alla vigilia dell'alluvione del 1966 un "filologo di second'ordine"segue le sue tracce nell'archivio della Biblioteca Nazionale di Firenze.La seconda storia è quella del grande poeta italiano, il cui nome saràrivelato solo nell'ultima riga del libro. In fuga da nemici reali oimmaginari, scende da Ferrara per l'Italia, attraversa a piedi l'Appennino,s'imbarca a Gaeta e giunto finalmente a Sorrento, travestito da pastore, sipresenta alla sorella per annunciarle la propria morte…La terza è la peregrinazione di un filosofo illustre: il professor Hegel diBerlino, che al culmine della sua carriera fa una lunga escursione sulle Alpibernesi. Sempre "accigliato per la forza interna dei pensieri",insofferente coi due assistenti che l'accompagnano, incapace d'arguzia,perde la pazienza di fronte a un ritratto del detestato Washington e la dignitàrievocando la pazzia di un amico di gioventù, il poeta Hölderlin.

Monsieur Ibrahim e i fiori del Corano
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Schmitt, Eric-Emmanuel - Bracci Testasecca, Alberto

Monsieur Ibrahim e i fiori del Corano

Edizioni e/o, 01/01/2003

Abstract: Nel breve intreccio di strade di un popolare quartiere parigino dove i nomi delle vie hanno il sapore delle favole (rue Bleue, rue de Paradis), l'adolescente Momo vive con un padre sprofondato in una silenziosa e fosca depressione. Nello stesso quartiere vive anche monsieur Ibrahim, l'unico arabo in una via "ebrea", titolare della drogheria dove Momo si reca a fare la spesa quotidiana e non esita ogni tanto a sgraffignare qualche scatoletta di conserva... "È solo un arabo, dopo tutto!" pensa Momo, e, con suo grande stupore, il vecchio Ibrahim sembra leggergli nel pensiero: "Non sono arabo, vengo dalla Mezzaluna d'Oro".Così comincia la storia d'amicizia, intessuta di ironia, candore e profonda saggezza, del ragazzo ebreo e dell'anziano "arabo" nell'incanto di un angolo di mondo nel quale le puttane sono belle e cordiali e si accontentano di un orsetto di peluche in cambio dei loro favori e dove, come portata da un sogno, compare addirittura Brigitte Bardot.Come in una favola o un apologo che non pretende di dare lezioni morali ma soltanto proporre un sogno da decifrare, i due protagonisti si incamminano verso il grande mondo, acquistano un'auto che nessuno dei due sa guidare e si dirigono verso Oriente, oltre Istanbul, verso una libertà che li fa inerpicare verso l'alto, guidati da quell'arte di sorridere alla vita racchiusa nei preziosi fiori del Corano.