Includi: tutti i seguenti filtri
× Livello Monografie
× Data 2006
Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Risorse Catalogo

Trovati 29 documenti.

La figlia oscura
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Ferrante, Elena

La figlia oscura

Edizioni e/o, 01/11/2006

Abstract: Da questo romanzo il film distribuito da BiM Distribuzione."Il romanzo di Elena Ferrante è strepitoso".Concita De Gregorio – D/La Repubblica"Elena Ferrante è una grande scrittrice".Giancarlo De Cataldo – Hot"Una formidabile scrittura".Marina Terragni e Luisa Muraro – Io donna/Corriere della SeraDopo lo straordinario successo mondiale dei Giorni dell'abbandono, Elena Ferrante scava, con un racconto avvincente, nei sentimenti contraddittori che ci legano oggi ai nostri figli. Leda è un'insegnante, divorziata da tempo, tutta dedita alle figlie e al lavoro. Ma le due ragazze partono per raggiungere il padre in Canada. Ci si aspetterebbe un dolore, un periodo di malinconia. Invece la donna, con imbarazzo, si sente come liberata e la vita le diventa più leggera. Decide di prendersi una vacanza al mare in un paesino del sud. Ma, dopo i primi giorni quieti e concentrati, l'incontro con alcuni personaggi di una famiglia poco rassicurante scatena una serie di eventi allarmanti. Con questo romanzo feroce e commovente Elena Ferrante racconta una nuova vicenda di donna, quotidiana e che tuttavia toglie il respiro.

Lezioni di ingegneria del vento
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Borri, Claudio - Pastò, Stefano

Lezioni di ingegneria del vento

Firenze University Press, 01/01/2006

Abstract: La nuova area di studio multidisciplinare dell'Ingegneria del Vento nasce come risposta ai bisogni di progettazione e costruzione di infrastrutture sempre più ardite: i materiali più leggeri e le dimensioni hanno reso molte realizzazioni sensibili all'azione del vento e quindi necessario l'approfondimento della fluido-dinamica applicata, dell'aero-dinamica dei corpi e dell'aeroelastica anche per il settore dell'ingegneria civile. Il volume costituisce il primo tentativo di raccolta organica e completa delle nozioni a livello di corso universitario avanzato (inclusi Master e Dottorato), ma intende offrire un aiuto importante anche a quei professionisti la cui attività si svolge nella progettazione, gestione e sviluppo di opere di grandi dimensioni sensibili all'azione del vento.Claudio Borri, Professore Ordinario di "Scienza delle Costruzioni" presso la Facoltà di Ingegneria dell'Università di Firenze, è anche direttore del CRIACIV (Centro di Ricerca Interuniversitario di Aerodinamica delle Costruzioni e Ingegneria del Vento). Autore di circa 160 pubblicazioni scientifiche è membro delle associazioni nazionali ed internazionali di Ingegneria del Vento ed ha ottenuto numerosi riconoscimenti internazionali per la sua attività di ricerca.Stefano Pastò, Dottore di ricerca, è collaboratore del CRIACIV dove svolge attività di ricerca sulla valutazione degli effetti del vento sulle strutture mediante sperimentazione in galleria del vento e modellazioni numeriche.

Nuove città antichi segni. Tre esperienze didattiche
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Cavallina, Gianni

Nuove città antichi segni. Tre esperienze didattiche

Firenze University Press, 01/01/2006

Abstract: Il volume illustra i risultati di due Laboratori di Progettazione Architettonica del terzo anno della Facoltà di Architettura di Firenze (anni 2003-2005) dal tema "Parti urbane ed edifici dell'istituzione". Agli studenti veniva chiesto di ipotizzare ampliamenti urbani in tre aree periferiche di Firenze, Pisa e Livorno; i lavori sono quindi stati condotti in stretta collaborazione tra docenti ed allievi, con uno spirito di vero "laboratorio". Alla base delle ragioni del progetto la sfida a sapersi misurare con una specifica considerazione dei luoghi che tenga conto di quei valori e segni che hanno accompagnato nei secoli l'evoluzione delle città e delle architetture.Gianni Cavallina , nato a Firenze nel 1942 svolge attività scientifica e didattica presso la Facoltà di Architettura di Firenze dal 1969. Ricercatore dal 1982 è docente di Composizione Architettonica dal 1991 ad oggi. Ha partecipato a laboratori e convegni in Italia ed all'estero. Ha inoltre partecipato a numerosi concorsi di idee. Tra i suoi libri citiamo principalmente "Firenze, Università e Centro Storico", 1976, "Simbolo, Funzione e Scala", 1991, "Dal Significato al Progetto", 1995, "Il margine inesistente", Firenze 1999.

Tenersi per mano. Disabilità e formazione del sé nell'autobiografia
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Trisciuzzi, Leonardo - Zappaterra, Tamara - Bichi, Lisa

Tenersi per mano. Disabilità e formazione del sé nell'autobiografia

Firenze University Press, 01/01/2006

Abstract: La narrazione autobiografica è divenuta di recente oggetto di studio peculiare. Il presente volume utilizza il dispositivo autobiografico nella sua valenza formativa sia nel processo di costruzione del sé attraverso la narrazione dell'infanzia, sia nella formazione dell'identità in soggetti disabili, sia come strumento nell'analisi del rapporto genitori-figli con handicap. Attraverso i percorsi autobiografici presenti nel testo a titolo di exempla, la narrazione si qualifica come strumento formativo sia per il soggetto narrante, sia per il lettore. Infatti, mentre per il narratore la scrittura assume un importante ruolo catartico, per il lettore diventa mezzo per consolidare le competenze professionali volte ad accompagnare i soggetti in formazione, disabili e non, nella costruzione di un progetto di vita.Leonardo Trisciuzzi, Professore Ordinario, insegna Pedagogia speciale e Didattica speciale all'Università di Firenze. Fra le sue pubblicazioni più recenti: Manuale per la formazione degli operatori per le disabilità (2005); nelle nostre edizioni Il recupero del sé attraverso l'autobiografia (2005, con B. Sandrucci, T. Zappaterra).Tamara Zappaterra, Ricercatrice, insegna Pedagogia Speciale e Pedagogia Clinica all'Università di Firenze. Ha pubblicato fra gli altri: Braille e gli altri (2003); La dislessia. Una didattica speciale per le difficoltà nella lettura (2005, con L. Trisciuzzi).Lisa Bichi, Dottoranda di ricerca, insegna Didattica Speciale preso la SSIS-Toscana. La sua attività di ricerca è orientata allo studio delle relazioni familiari tra genitori e figli disabili.

Risorse, conflitti, continenti e nazioni. Dalla rivoluzione industriale alle guerre irachene, dal Risorgimento alla conferma della Costituzione repubblicana
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Bertini, Fabio

Risorse, conflitti, continenti e nazioni. Dalla rivoluzione industriale alle guerre irachene, dal Risorgimento alla conferma della Costituzione repubblicana

Firenze University Press, 01/01/2006

Abstract: Il libro offre un corso universitario di storia contemporanea organizzato in due sezioni. La prima esamina le vicende dell'Europa e degli altri continenti con metodo comparativo e approfondimenti nazionali, facendo emergere il ruolo delle risorse economiche nel determinarsi dei conflitti e delle relazioni politiche. Nella seconda sezione la vicenda italiana, già precedentemente inquadrata in coordinate generali, è descritta dal processo di costruzione dello Stato all'oggi, seguendo i temi dell'identità nazionale, della politica, dello sviluppo dei diritti sociali. Viene così evidenziata la dialettica tra sviluppo dei valori fondamentali e resistenze al cambiamento così nella politica come nell'economia e nella società.Fabio Bertini, Professore di Storia contemporanea alla Facoltà di Scienze Politiche "Cesare Alfieri" dell'Università di Firenze ha pubblicato, tra l'altro: La Germania divisa (coautore , Giunti, 1994), Nazioni e nazionalismi nel XIX secolo (La Nuova Italia, 2000), Il fascismo dalle assicurazioni per i lavoratori allo Stato sociale, in Lo Stato fascista (a cura di M. Palla, La Nuova Italia, 2001); Risorgimento e Paese reale (Le Monnier, 2003), Le parti e le controparti (Franco Angeli, 2004).

L'ingegneria del vento
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Borri, Claudio - Briganti, Daniele

L'ingegneria del vento

Firenze University Press, 01/01/2006

Abstract: Il volume cerca di dare una risposta il più esauriente possibile sul perché l'ingegneria del vento ha assunto un ruolo così importante ai giorni nostri. Gli Autori hanno voluto procedere per tappe, accompagnando dapprima gli intervenuti in un viaggio storico, in cui hanno guidato una riflessione sull'ineluttabile rapporto uomo-civilizzazione-clima; in seguito,hanno voluto mettere in evidenza gli aspetti socio-economici del fenomeno ed infine, hanno portato all'attenzione l'attività di ricerca svolta nel Centro di Ricerca Interuniversitario di Aerodinamica delle Costruzioni ed Ingegneria del Vento, gettando uno sguardo ad alcuni tra gli esempi ingegneristici di ultimagenerazione che per loro natura, hanno un legame forte con l'azione vento.

La biblioteca dei distretti industriali presso il Polo Universitario Città di Prato
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Prato, Biblioteca del Polo Universitario Città di

La biblioteca dei distretti industriali presso il Polo Universitario Città di Prato

Firenze University Press, 01/01/2006

Abstract: Presentazione della donazione del Prof. Giacomo Becattini e dei fondi trasferiti dal Dipartimento di Scienze Economiche dell'Università degli Studi di Firenze (Prato, 3 giugno 2003).

Nuovi orientamenti negli studi di marketing
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Prato, Biblioteca del Polo Universitario Città di

Nuovi orientamenti negli studi di marketing

Firenze University Press, 01/01/2006

Abstract: Il volume raccoglie gli atti della presentazione del nuovo fondo librario sull'Economia d'Impresa della Biblioteca del Polo Universitario di Prato. Il fondo, frutto anche di una donazione di Pier Giovanni Marzili, ospita materiale bibliografico utile per i corsi di Marketing e più in generale per le attività della Facoltà di Economia.

Lettere a Ruggero Jacobbi. Regesto di un fondo inedito con un'appendice di lettere
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Bartolini, Francesca

Lettere a Ruggero Jacobbi. Regesto di un fondo inedito con un'appendice di lettere

Firenze University Press, 01/01/2006

Abstract: Lettere a Ruggero Jacobbi offre un ampio regesto di oltre mille pezzi epistolari inviati all'autore nell'arco di quarant'anni (dal 1938 al 1981) e di circa settanta lettere da lui scritte a vari corrispondenti, dando conto di tutto il materiale epistolare conservato nel Fondo Jacobbi dell'"Archivio contemporaneo Bonsanti" del Gabinetto Scientifico Letterario G.P. Vieusseux di Firenze.Dai documenti inediti, attentamente schedati da Francesca Bartolini, emerge con forza la figura di un intellettuale tra i più significativi del nostro Novecento, sempre presente nei dibattiti culturali del tempo e appassionato e reattivo nei confronti del mondo letterario e teatrale. Grazie alle molte voci, che intrecciano diversi paesi ed età, possiamo ricostruirnela vita a partire dagli anni dell'ermetismo, al quale fu vicino nella prima giovinezza, trovare traccia dei sedici anni trascorsi in Brasile, ripercorrere gli ultimi decenni italiani, nei quali avrebbe contemporaneamente esercitato le attività di recensore, regista e autore teatrale, saggista, critico letterario, storico della letteratura, docente universitario, poeta e direttore dell'Accademia d'Arte drammatica "Silvio D'Amico".Molti e autorevoli sono i nomi che ricorrono, anche di mittenti di cultura lusitana e ispanica, a testimoniare la presenza autorevole di Jacobbi sulla scena europea. Basti ricordare Murilo Mendes, Jorge Amado, Ricardo Cassiano e, tra gli italiani, Italo Calvino, Alessandro Parronchi, Vasco Pratolini, Salvatore Quasimodo, Vittorio Sereni e Elio Vittorini. Nell'appendice che chiude il volume è proposta la trascrizione di alcunelettere che trattano di scrittura, di critica, di amicizia ed impegno.Francesca Bartolini si è laureata in Letteratura italiana moderna e contemporanea alla Facoltà di Lettere dell'Università degli Studi di Firenze, e fa parte di un gruppo di ricerca diretto da Anna Dolfi che si occupa di ordinamento e catalogazione di testi contemporanei.

Qual è la religione degli italiani? Religioni civili, mondo cattolico, ateismo devoto, fede laicità
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Nesti, Arnaldo

Qual è la religione degli italiani? Religioni civili, mondo cattolico, ateismo devoto, fede laicità

Firenze University Press, 01/01/2006

Abstract: Di fronte ad una soggettività di comportamenti radicata e diffusa, come meravigliarsi del fatto che mai in Italia si sia arrivati ad una "religione civile"? E' il tema portante di questo libro che fornisce un'analisi della società italiana che va al di là della materia religiosa. Ci si chiede, infatti, se la mancanza di una religione civile non sia riconducibile all'assenza di una religiosità vissuta senza distinzione tra sfera privata e sfera pubblica. Schematizzando, si potrebbe dire che l'Italia non ha una religione civile né tutta laica come per due secoli l'ha avuta la Francia né liberal-patriottico-religiosa come negli Stati Uniti, perché non ha avuto una religione compatta nel suo intreccio tra pubblico e privato come ad esempio la Germania luterana.Arnaldo Nesti, direttore della rivista Religioni e società, coordinatore della sezione di sociologia della religione della Società italiana di sociologia (ais ), e direttore del centro internazionale di studi sul fenomeno religioso contemporaneo (cis rec o), è, inoltre, membro degli editorial board di diverse riviste specializzate e autore di varie pubblicazioni fra le quali: Che cosa credono quelli che dicono di credere? (Meltemi 2002), Jubilaei spectaculum. Morfologia e senso dei grandi eventi del Giubileo 2000 (Franco Angeli 2002), Per una mappa delle religioni mondiali (Firenze University Press 2004), Multiculturalismo e pluralismo religioso fra illusione e realtà: un altro mondo è possibile? (Firenze University Press 2006).

L'Italia alla fine del Medioevo. I caratteri originali nel quadro europeo
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Cengarle, F.

L'Italia alla fine del Medioevo. I caratteri originali nel quadro europeo

Firenze University Press, 01/01/2006

Abstract: Secondo di due volumi, il primo curato da Francesco Salvestrini, che prendono in esame alcuni 'caratteri originali' dell'Italia tardomedievale rispetto all'Europa del tempo.Dei due convegni dei quali si pubblicano gli atti, il primo – tenutosi nell'ottobre del 2000 – ha cercato di dar conto, in una sezione introduttiva, dei quadri ambientali di lungo periodo entro cui si iscri-ve il percorso della società italiana: il paesaggio rurale e il quadro degli insediamenti urbani, senza dimenticare, nell'uno e nell'altro caso, l'eredità del mondo romano. Il secondo convegno, invece, tenutosi nell'autunno del 2002 si è proposto di prendere in considerazione aspetti e settori di storia della cultura e delle ideologie politiche, della mentalità, della vita religiosa, ma anche la storia delle tecniche.

Michael Faraday. La storia romantica di un genio
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Thomas, John Meurig

Michael Faraday. La storia romantica di un genio

Firenze University Press, 01/01/2006

Abstract: Michael Faraday, autodidatta, senza particolari conoscenze di matematica, da giovane fattorino di umili origini divenne uno dei più grandi Inglesi di ogni epoca. Con semplice determinazione ed intuito straordinario riuscì a pervenire a scoperte scientifiche sulle quali si è basata la maggior parte della tecnologia del XX secolo. La sua vita e le sue opere hanno influenzato profondamente il pensiero contemporaneo ispirando e facendo da complemento all'opera di altri grandi intelletti, quali Clerk Maxwell e Albert Einstein. John Meurig Thomas, proseguendo una tradizione di divulgazione della scienza che ha in Michael Faraday un suo fulgido esempio, ha il merito di illustrare la storia e l'opera scientifica di questo filosofo della natura con stile semplice e al contempo accurato e preciso, accessibile a tutti. La storia di Faraday affascinante e ricca di dettagli è arricchita con una serie di disegni, fotografie e lettere, documenti per lo più inediti.John Meurig Thomas (Sir), studioso di fama della chimica dei materiali, è stato Direttore della Royal Institution of Great Britain e del Davy Faraday Research Laboratory. È stato Direttore del Department of Physical Chemistry all'Università di Cambridge ed ha insegnato per vent'anni presso l'Università del Galles. Membro della Royal Society dal 1977, ha occupato la Cattedra di Chimica creata per Michael Faraday.

Appunti di museologia naturalistica
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Cipriani, Curzio

Appunti di museologia naturalistica

Firenze University Press, 01/01/2006

Abstract: In questo lavoro vengono presentati i concetti essenziali della Museologia Naturalistica così come sono trattati nel corso di lezioni in Facoltà di Lettere. La prima parte è di tipo generale e prende in considerazione, dopo aver fornito un quadro dell'evoluzione storica dei musei naturalistici, i tre compiti fondamentali di questi, conservazione, didattica e ricerca scientifica, e si conclude con cenni di museografia, in particolare accennando ai problemi dei parametri ambientali e della sicurezza.La seconda parte si riferisce, con specifici contributi degli operatori museali, ai problemi e alle caratteristiche delle varie sezioni del Museo di Storia Naturale dell'Università di Firenze.Un'appendice, riservata agli studenti di Storia e Tutela dei Beni Archeologici,tratta in maniera schematica delle rocce e, in modo più analitico, delle tecniche paleontologiche.Curzio Cipriani , professore emerito dell'Università di Firenze, ha insegnato Mineralogia per cinquant'anni a Firenze e a Padova. Da diversi anni tiene corsi di Museologia Naturalistica mettendo a frutto la sua esperienza di coordinatore, a vario titolo, dei musei scientifici universitari, oggi riuniti nel Museo di Storia Naturale. È socio nazionale dell'Accademia Nazionale dei Lincei, di cui presiede la Commissione Musei Scientifici.

Testo atlante di embriologia clinica della laringe. La chirurgia conservativa compartimentale della regione glottica
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Rucci, Lucio

Testo atlante di embriologia clinica della laringe. La chirurgia conservativa compartimentale della regione glottica

Firenze University Press, 01/01/2006

Abstract: Il volume illustra il processo di formazione delle strutture glottiche, sia in rapporto alla loro funzione, sia come strumento per gli interventi di chirurgia conservativa dei carcinomi glottici T1 e T2. Vengono evidenziati i presupposti anatomici delle funzioni laringee, rendendo possibile riconoscere i compartimenti funzionali glottici e fornire indicazioni alla chirurgia conservativa compartimentale. Ogni capitolo descrive le condizioni dell'organo e gli stadi di sviluppo con riferimento al modo in cui la condizione adulta può essere meglio compresa attraverso l'embriologia. I testi di descrizione e commento introducono alle immagini le cui didascalie aggiungono ulteriori informazioni.

La linea del male
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Dahl, Arne - Giorgetti Cima, Carmen

La linea del male

Marsilio, 25/11/2006

Abstract: Il secondo caso del Gruppo ANessuno può sentire le sue grida. Chiuso in uno sgabuzzino dell'aeroporto di New York, Lars-Erik Hassel, cittadino di nazionalità svedese, subisce impotente lo strazio infertogli dal suo aguzzino. Un dolore muto pervade tutto il suo corpo. Che brutto modo di morire, è il suo ultimo pensiero.Scoperto il cadavere, per l'FBI non ci sono dubbi sull'identità dell'assassino, lo strumento di morte rimanda inequivocabilmente a una vecchia conoscenza: dopo anni di silenzio, il Killer del Kentucky è tornato a colpire. Ma per quale ragione uno dei serial killer più brutali e sfuggenti della storia criminale degli Stati Uniti ha deciso di imbarcarsi su un volo diretto a Stoccolma? Ricevuto l'allarme, il gruppo A tenta in ogni modo di impedirne l'ingresso in territorio svedese. Invano. Il killer sbarca all'areoporto in Arlanda, e presto comincia a uccidere.In questo primo episodio della serie rivelazione dedicata alla speciale unità di polizia per crimini violenti di natura internazionale, tra le pioggie incessanti della fine dell'estate svedese e il caldo torrido dei bassifondi di New York, gli ispettori Paul Hjelm e Kerstin Holm guidano i colleghi nell'appassionante caccia all'identità dell'assassino, scontrandosi con una realtà sconvolgente. Una realtà in cui nulla è come appare, dove vige la logica della violenza autorizzata, la logica del "sangue cattivo", che si tramanda quasi fosse un gene ereditario. E dove i fatti si dimostrano infinitamente più complessi del previsto.

Millennium people
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Ballard, James G. - Vezzoli, Delfina

Millennium people

Feltrinelli Editore, 09/02/2006

Abstract: Quando all'aeroporto di Heathrow scoppia una bomba, lo psicologo David Markham pensa che sia un atto casuale di violenza insensata. Ma quando scopre che tra le vittime c'è anche la sua ex moglie Laura, decide di condurre una sua indagine. Seguendo le piste della polizia, si infiltra in un gruppo di cospiratori che ha la propria base a Chelsea Marina, un confortevole quartiere di Londra sulle sponde del Tamigi. Lo scopo del movimento, guidato dal carismatico Robert Gould, sembra essere quello di sollevare la docile middle class, per liberarla da una condizione che, in nome del consumismo, del benessere e della responsabilità civica, toglie ogni significato all'esistenza. Mentre cerca la verità che si nasconde dietro l'attentato, David cade inesorabilmente in una spirale che sconvolge la sua vita. Intanto vacillano le certezze della pacifica società inglese e un panico incontrollabile si insinua in tutta la città.‟Era in atto una piccola rivoluzione, così discreta e perbene che non se n'era accorto quasi nessuno."

Leggere, che passione! Promozione della lettura a scuola: esperienze a confronto
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Ruocco, Beatrice - Campanile, Silvia

Leggere, che passione! Promozione della lettura a scuola: esperienze a confronto

Liguori Editore, 01/01/2006

Abstract: Il coordinamento didattico del progetto "Leggere per..." dopo anni di ricerca-azione, sperimentazione, confronto con le scuole del territorio ha voluto documentare in questa pubblicazione le esperienze di qualità maturate durante il percorso insieme, nell'ottica della condivisione delle risorse didattiche e della valorizzazione delle iniziative di promozione della lettura.

Pratica filosofica e professionalità riflessiva. Un'esperienza di formazione con operatori psico-socio-sanitari
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Cosentino, Antonio

Pratica filosofica e professionalità riflessiva. Un'esperienza di formazione con operatori psico-socio-sanitari

Liguori Editore, 01/01/2006

Abstract: All'interno del progetto "Pierino e il lupo" del Comune di Roma è stata realizzata una esperienza di formazione che ha messo alla prova la pratica del filosofare rispetto ai bisogni di uno specifico ambito di professionalità: quello degli operatori psico-socio-sanitari. L'esercizio guidato della riflessione in comune condotta in stile filosofico rappresenta una modalità promettente per affrontare situazioni di disagio e di insoddisfazione professionale e può aiutare a trovare una terza via tra i rischi dell'arroccamento tecnicistico-burocratico e quelli dell'eccessivo coinvolgimento esistenziale ed emotivo degli operatori.Il valore aggiunto che lo sviluppo di competenze riflessive in stile filosofico apporta ad una attività professionale è un significativo guadagno in termini di presa di coscienza delle meta-cornici in cui l'attività professionale si inscrive ed in termini di "creatività", intesa come capacità di operare in modo flessibile con le classificazioni, sapendone vedere la contingenza e l'interattività.Nel volume gli autori presentano un resoconto documentato dell'esperienza e contributi teorici che ne illustrano le ragioni culturali e i modelli scientifici di riferimento.

Il cane dell'ortolano-El perro del hortelano
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Vega, Lope de

Il cane dell'ortolano-El perro del hortelano

Liguori Editore, 01/01/2006

Abstract: Quando nel 1614 compone El perro del hortelano, Lope de Vega è già un drammaturgo affermato. Autore di testi teatrali dal genere e dalle tematiche multiformi esplora in questa commedia il gioco dell'amore e della seduzione in un intreccio di gelosia, dinamiche di potere, ambizioni di ascesa sociale. Il risultato è un'opera complessa, affascinante e modernissima. La regista spagnola Pilar Miró ne ha offerto una bella versione cinematografica, nel 1996, con grande successo di pubblico e di critica.

E come educazione. Autori e parole-chiave della sociologia dell'educazione
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Colombo, Maddalena

E come educazione. Autori e parole-chiave della sociologia dell'educazione

Liguori Editore, 01/01/2006

Abstract: Educazione, socializzazione, formazione dell'identità, istruzione. Attorno a queste parole chiave si è sviluppata nel ventesimo secolo una riflessione che ha travalicato i confini della pedagogia. Via via che i fenomeni educativi si sono estesi da una élite circoscritta a tutti gli strati sociali, anche nel pensiero sociologico si è andata raffinando una elaborazione intorno ai perché dell'educazione, alla funzione che riveste nella società moderna, agli attori principali del sistema educativo. Questa antologia raccoglie 13 testi – 4 percorsi tematici – che pongono a confronto autori 'classici' e 'contemporanei' di diverso orientamento: funzionalismo, conflittualismo, interazionismo simbolico, fenomenologia sociale, individualismo metodologico, teoria istituzionalista. Da questo ampio spaccato sui fattori sociali dell'educazione il lettore toccherà con mano l'eredità del secolo passato e la complessità del dibattito attuale.