Includi: tutti i seguenti filtri
× Nomi Loewenthal, Elena
Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Nomi Orlev, Uri

Trovati 233 documenti.

Stupore
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Shalev, Zeruya - Loewenthal, Elena

Stupore

Feltrinelli Editore, 06/09/2022

Abstract: Dopo la morte del padre, un famoso scienziato che fra le mura di casa esercitava una cupa tirannia, Atara, architetto cinquantenne dalla burrascosa vita sentimentale e madre di due figli, va in cerca del suo oscuro passato. Ritrovare la quasi centenaria prima moglie di lui e sentirla parlare della stagione eroica in cui entrambi facevano parte della resistenza clandestina contro gli inglesi prima della fondazione dello stato d'Israele non fa che infittire il mistero. E così le vite delle due donne, di Atara che non sa nulla di colei di cui porta il nome e che sembra essere la chiave per capire molte cose, e dell'anziana Rachel che aveva messo una pietra su quel passato, cambiano attraverso l'incontro, le loro parole ma forse soprattutto i rispettivi silenzi. Con la consueta maestria, Zeruya Shalev intesse una storia che è al tempo stesso profondamente singolare e collettiva, riuscendo a cucire insieme il dramma e l'ironia, la quotidianità più banale e i grandi eventi del passato recente.

Piccolo trattato di consolazione. Vivere con i nostri morti
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Horvilleur, Delphine - Loewenthal, Elena

Piccolo trattato di consolazione. Vivere con i nostri morti

EINAUDI, 22/02/2022

Abstract: Essere un rabbino significa vivere con la morte: quella degli altri, ma anche la propria. Significa però soprattutto trasmettere la morte come lezione di vita per quelli che restano: "Cosí, mi trovo al fianco di donne e uomini che in momenti cruciali della loro vita hanno bisogno di narrazioni". Il tessuto di questo libro di consolazione intreccia strettamente tre fili: il racconto, l'esegesi e la confessione. La narrazione di una vita interrotta, il modo di dare senso a una morte attraverso i testi della tradizione e l'evocazione di una ferita intima o la rammemorazione di un episodio autobiografico di cui ha risvegliato il ricordo seppellito da qualche parte. I testi sacri aprono un varco tra i vivi e i morti: "Il ruolo del narratore è quello di stare sulla soglia, per garantire che resti aperta". E permettere cosí a ciascuno di fare la pace con i propri fantasmi.

Le terre dello sciacallo
0 0
Materiale linguistico moderno

Oz, Amos

Le terre dello sciacallo / Amos Oz ; traduzione di Elena Loewenthal

Milano : Feltrinelli, 2021

Abstract: "Le terre dello sciacallo" è la prima grande opera di Amos Oz, una raccolta di racconti dall'ampio respiro che ha segnato l'affermazione dello scrittore. Nove storie sono ambientate in un kibbutz, l'ultima, invece, è una specie di parabola ambientata in tempi biblici. In questo libro l'Israele di oggi ancora non esiste, ci sono solo piccoli agglomerati di abitazioni e di campi coltivati che, dopo il tramonto, precipitano nel buio e nel silenzio, circondati dall'ignoto. Lì vivono uomini, donne e bambini impegnati in un ambizioso progetto utopico, spinti dal desiderio di fondare una patria ma anche dall'aspirazione a una vita diversa, a nuovi rapporti tra le persone, a una speranza di rigenerazione. Pionieri, sabra, intellettuali europei e rifugiati che hanno un sogno, che hanno combattuto guerre, dato forma a un'ideologia politica per forgiare una nazione. Ma la realtà non è dolce come il sogno. Sono storie conturbanti, sensuali, poetiche e spietate. E lo sciacallo, che insegue il lettore pagina dopo pagina, ulula nella notte fuori dai cancelli.

Monte dei pegni
0 0
Materiale linguistico moderno

Loewenthal, Elena

Monte dei pegni : un anticipo dal futuro / Elena Loewenthal ; prefazione di Luca Ricolfi ; introduzione di Gianluca Garbi

Milano : La nave di Teseo, 2021

Libertà vigilata
0 0
Materiale linguistico moderno

Loewenthal, Elena

Libertà vigilata : perché le donne sono diverse dagli uomini / Elena Loewenthal

Milano : La nave di Teseo, 2021

L'immortale Bartfuss
0 0
Materiale linguistico moderno

Appelfeld, Aharon

L'immortale Bartfuss : [romanzo] / Aharon Appelfeld ; traduzione di Elena Loewenthal

Milano : Ugo Guanda, ©2021

La casa sull'acqua
0 0
Materiale linguistico moderno

Elon, Emuna

La casa sull'acqua / Emuna Elon ; traduzione di Elena Loewenthal

Milano : Guanda, ©2021

Finché morte non sopraggiunga
0 0
Materiale linguistico moderno

Oz, Amos

Finché morte non sopraggiunga / Amos Oz ; traduzione di Elena Loewenthal

Milano : Feltrinelli, 2021

Le terre dello sciacallo
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Oz, Amos - Loewenthal, Elena

Le terre dello sciacallo

Feltrinelli Editore, 18/11/2021

Abstract: Le terre dello sciacallo è la prima grande opera di Amos Oz, una raccolta di racconti dal respiro largo che, nel 1965, hanno segnato l'affermazione dello scrittore. Sette storie sono ambientate in un kibbutz, quello stesso micromondo che ritroveremo in altre sue celebri narrazioni, l'ultima, invece, è una specie di parabola ambientata in tempi biblici. Sono tutte, ognuna a suo modo, narrazioni epiche di un Israele antico e nuovo al tempo stesso, con una gamma di personaggi che vanno da uno sfortunato, tragico paracadutista a un gruppo di beduini di passaggio ai confini del kibbutz, al "più bel toro della valle". Oz scrive dei pionieri, dei sabra, degli intellettuali europei e dei rifugiati che avevano un sogno, che hanno combattuto guerre, stabilito un'ideologia politica e forgiato una nazione. Ma la realtà non è dolce come il sogno. Queste storie sono conturbanti, sensuali, poetiche e spietate. E lo sciacallo, che insegue il lettore da una storia all'altra, ulula nella notte poco fuori dai cancelli.

L'immortale Bartfuss
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Appelfeld, Aharon - Loewenthal, Elena

L'immortale Bartfuss

Guanda, 14/01/2021

Abstract: "Questo romanzo ci offre il ritratto di un personaggio che ricorda "Lo straniero" di Camus, ma più estremo nella visione dell'alienazione, più audace nel processo creativo."New York Times Book Review"Il racconto magistrale e sconvolgente di un sopravvissuto all'Olocausto."Publishers WeeklyBartfuss è immortale. Nessuno, infatti, sarebbe riuscito come lui a sopravvivere con più di cinquanta pallottole in corpo. Evaso da un campo di sterminio, rifugiatosi nella foresta vicina, è stato contrabbandiere sulla costa italiana, da dove si è poi imbarcato per Israele. Oggi, a cinquantasette anni, vive a Giaffa insieme a una famiglia da cui si sente perseguitato. Si tiene isolato nella sua stanza per non rischiare di incontrare la moglie Rosa e le due figlie. Impaziente di lasciare quella casa, per lui covo di nemici, Bartfuss passa le giornate muovendosi tra la riva del mare e i bar della città, dove a ogni angolo incrocia i volti di chi come lui ha attraversato l'esperienza dei campi e gli anni in Italia. Ma Bartfuss è davvero immortale? Ormai vera e propria leggenda vivente, ma solo e lontano da tutti, inizia a provare un bisogno di comunicare, di condividere i ricordi che si scontra con la sua radicale ricerca di solitudine… Aharon Appelfeld ritrae in queste pagine una nuova figura di sopravvissuto alla Shoah, quella dell'antieroe che, nostalgico di un passato che è stato anche la sua tragedia, è ormai incapace di costruirsi una nuova esistenza.

Libertà vigilata. Perché le donne sono diverse dagli uomini
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Loewenthal, Elena

Libertà vigilata. Perché le donne sono diverse dagli uomini

La nave di Teseo, 11/11/2021

Abstract: Le parole che usiamo ogni giorno, i gesti che compiamo, i commenti con cui accompagniamo i nostri pensieri, ci rappresentano molto più di quanto crediamo. Questo libro è un invito a sceglierli con cura, a partire da uno dei temi più dibattuti del nostro tempo, la discriminazione di genere.Se infatti la saggezza antica, a partire dalla Bibbia, ha dato al linguaggio gli strumenti per raccontare le sfumature della realtà, l'uso distratto di oggi è al contrario una corsa alla semplificazione, di cui a fare le spese sono spesso le donne, designate con formule sminuenti o imprecise, costrette a lottare anche sul piano linguistico per ottenere quello che agli uomini sembra spettare di diritto. Elena Loewenthal racconta il grande inganno di una battaglia che guarda all'uguaglianza invece di rivendicare la complessità e la differenza. Un fronte che litiga sulle desinenze o gli stereotipi culturali, mentre il femminile viene offeso ovunque: all'anagrafe, nei posti di lavoro, sui giornali e nel web.Una riflessione sulle conseguenze delle parole, per conoscerne la storia e il potere, e partecipare in prima persona a fare la differenza.

Monte dei Pegni. Un anticipo dal futuro
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Loewenthal, Elena

Monte dei Pegni. Un anticipo dal futuro

La nave di Teseo O, 09/12/2021

Abstract: Il Monte di Pietà è un'istituzione antichissima. Il gesto di lasciare un proprio oggetto di valore in cambio di una somma di denaro con la prospettiva di riscattarlo in futuro precede addirittura la nascita delle prime banche.Un gesto nato in tempi lontani, che però molte persone compiono ancora oggi. La decisione di impegnare gioielli, orologi, quadri o pellicce – oggetti a volte inutili e desueti, dimenticati negli armadi per anni – non viene solo da una difficoltà economica momentanea, anzi, molto spesso è un modo per esaudire un sogno, realizzare un progetto di vita, o semplicemente togliersi qualche sfizio.Protagonista dei quindici racconti di questo libro è l'umanità che passa ogni giorno dai Monti di Pietà; gli stessi uomini e donne, giovani e anziani, che potremmo trovare in fila alle Poste, al ristorante o dal parrucchiere. Dalla "bella Milly" che lascia ogni estate le sue due pellicce allo sportello per tenerle al sicuro e pagarsi le vacanze, alla madre che impegna un flauto d'oro per mantenere la figlia al conservatorio in Canada, all'imprenditore che decide di rinunciare alla sua collezione di Rolex per poter risollevare la sua azienda di legnami. Uno spaccato della nostra società, raccontato attraverso gli oggetti e il significato che diamo loro. Storie di vita quotidiana, più o meno straordinaria, in cui possiamo riconoscere un pezzo di noi stessi.

Dopo l'abbandono
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Shalev, Zeruya - Loewenthal, Elena

Dopo l'abbandono

Feltrinelli Editore, 21/12/2021

Abstract: Nel Secondo millennio avanti Cristo un'enorme eruzione distrusse l'isola di Thera, l'attuale Santorini, sconvolgendo l'intero Mediterraneo: a questi movimenti tellurici inauditi Ella Miller dedica il proprio lavoro di archeologa e a essi deve l'ispirazione per una nuova teoria che spiegherebbe storicamente l'origine delle bibliche sette piaghe d'Egitto. Una catastrofe senza precedenti, proprio come quella che si sta producendo, su una scala infinitamente più piccola ma con effetti non meno devastanti, nella vita di Ella stessa. Un matrimonio finito, un rapporto difficile con la famiglia d'origine, e un figlio che fatica ad adattarsi alla separazione dei genitori. Nemmeno l'inizio di una nuova relazione mette fine alle turbolenze, perché l'uomo di cui Ella si innamora è a sua volta reduce da un matrimonio naufragato, anch'egli costretto a fare i conti con il fallimento. Su questo panorama di rovine Ella cerca caparbiamente di costruire una rinnovata felicità, ma scricchiolii e rumori sordi affiorano dalle fondamenta su cui è sorta questa nuova famiglia, creando crepe che minacciano di metterne a repentaglio il futuro. In Dopo l'abbandono Zeruya Shalev dà forma a una storia intensa, un'esplorazione a tutto campo delle forze che governano la disgregazione e la ricostruzione di una famiglia e il nostro rapporto con il tempo e con la perdita.

La casa sull'acqua
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Elon, Emuna - Loewenthal, Elena

La casa sull'acqua

Guanda, 11/03/2021

Abstract: "Elon racconta con forza il mistero del passato e la sua presa sul presente. Mentre affrontiamo una rivelazione dopo l'altra insieme al protagonista, mentre lo accompagniamo nel suo viaggio, condividiamo la sua sorpresa e il suo dolore, fino allo sconvolgente finale. "The New York Times"Un romanzo che mi ha commosso e affascinato."Amos Oz"Una riflessione profonda su che cosa significa essere dei sopravvissuti. Una voce unica. "Kirkus Reviews"Una scrittura lirica che si muove tra passato e presente, per restituirci una storia commovente di comprensione e accettazione. "Booklist"Un romanzo avvincente, che dà vita e corpo ad avvenimenti che non devono mai essere dimenticati. "USA TodayYoel Blum è un uomo realizzato. È marito, padre e nonno, nonché scrittore di fama internazionale, esponente di spicco della nuova letteratura ebraica. I suoi romanzi sono tradotti in tutto il mondo, i tour promozionali si susseguono, e lui non si risparmia, visitando ogni paese. Tutti, tranne uno. In Olanda, infatti, il luogo dove è nato, Yoel non ha più fatto ritorno da oltre sessant'anni, da quando è fuggito in Palestina sul finire della guerra, scampando alle deportazioni naziste e all'orrore della soluzione finale. Ha promesso alla madre che non sarebbe più tornato, e ha mantenuto la promessa. Almeno fino a oggi: all'interno di una sala buia del Museo Ebraico di Amsterdam, Yoel sta per incontrare il suo passato in un filmato d'archivio che mostra i volti sorridenti di suo padre Eddy, morto in un campo di concentramento, di sua madre Sonia e sua sorella Nettie… e di un bambino che non è lui. Ma allora chi può essere, e perché non l'ha mai visto prima? Comincia così un'avventura alla ricerca della verità, che porterà Yoel a mettere insieme, pezzo dopo pezzo, la sua storia e quella della sua famiglia. Ricostruendo le dinamiche interne di una delle più grandi comunità ebraiche di quei tempi, Emuna Elon offre una testimonianza autentica, ricca di profondità e tensione emotiva, e al tempo stesso sorretta da un meccanismo letterario perfetto. Un libro con una voce originale che solleva una domanda: cosa è giusto fare, quando tutto è sbagliato?

Nostalgia
0 0
Materiale linguistico moderno

Nevo, Eshkol

Nostalgia / Eshkol Nevo ; traduzione dall'ebraico di Elena Loewenthal ; revisione di Raffaella Scardi sulla base delle indicazioni apportate al testo originale dall'autore

Nuova ed

[Vicenza] : Beat, 2020

La carezza
0 0
Materiale linguistico moderno

Loewenthal, Elena

La carezza : una storia perfetta : [romanzo] / Elena Loewenthal

Milano : La nave di Teseo, 2020

Riflessioni sulla questione antisemita
0 0
Materiale linguistico moderno

Horvilleur, Delphine

Riflessioni sulla questione antisemita / Delphine Horvilleur ; traduzione di Elena Loewenthal

Roma : GEDI Spa, 2020

Riflessioni sulla questione antisemita
0 0
Materiale linguistico moderno

Horvilleur, Delphine

Riflessioni sulla questione antisemita / Delphine Horvilleur ; traduzione di Elena Loewenthal

Torino : Einaudi, 2020

Il mio giardino selvatico
0 0
Materiale linguistico moderno

Šalev, Meir

Il mio giardino selvatico / Meir Shalev ; traduzione di Elena Loewenthal ; illustrazioni di Refaella Shir

[Milano] : Bompiani Overlook, 2020

Avevo 15 anni
0 0
Materiale linguistico moderno

Buzyn, Élie

Avevo 15 anni : [vivere, sopravvivere e rivivere] / Élie Buzyn ; traduzione di Elena Loewenthal

[Milano] : Frassinelli, 2020