Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Nomi Costa, Nicoletta
× Risorse Catalogo
Includi: tutti i seguenti filtri
× Data 2017
× Livello Monografie

Trovati 3617 documenti.

La mente quantica
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Fanelli, Vincenzo - Bishop, William

La mente quantica

Gruppo Editoriale Macro, 02/09/2017

Abstract: Questo libro è un viaggio che ti porterà a riscoprire una tua antica e sopita capacità: il Focus Universale.È qualcosa che può cambiare la tua vita immediatamente solo se ne comprendi il reale significato.Questo libro ti aiuterà a rivitalizzare questa abilità per manifestare la vita che hai sempre desiderato.Chi non ha mai sognato anche solo per un istante di avere in mano una specie di telecomando per cambiare aspetti indesiderati della propria vita sintonizzandosi su una realtà più piacevole?L'autore ha scavato così a fondo per trovare verità non rivelate sull'umanità, elementi che non solo riscriverebbero parti della nostra storia, ma anche buona parte della nostra stessa natura.In questo libro l'autore ci rivela tutto ciò che ha scoperto durante le sue ricerche sul Focus Universale, l'antica pratica mistica in grado di cambiarti l'esistenza.Gli autoriincenzo Fanelli risiede a Milano. È uno studioso di Fisica Quantistica e di Programmazione Neurolinguistica. La sua formazione in PNL (una branca della Psicologia Cognitiva) inizia nel 1993 presso diversi istituti italiani ed esteri e culmina nel 1999 con il livello Trainer in PNL riconosciuto dal Ministero Francese.Durante questi anni Fanelli arricchisce la sua formazione con altre discipline come la "Comunicazione non Verbale", "Autoipnosi", "Tecniche e Strategie di Comunicazione Efficace", "Enneagramma dei Tipi Psicologici" dedicandosi sempre più allo studio delle discipline orientali e alla Fisica Quantistica. Sperimenta la Meditazione Trascendentale, Dinamica e numerose tecniche per l'uso consapevole delle energie che ci circondano.Vincenzo fanelli crea un'interessante fusione tra la PNL e le nuove teorie della Fisica Quantistica dando luogo a metodologie efficaci per la trasformazione personale. Dal 1999 in poi svolge otre mille ore come docente in corsi aziendali ed eterogenei inerenti la Comunicazione Efficace, la Negoziazione, la Gestione delle Risorse Umane e la Motivazione Personale nelle principali città italiane.Nel 2000 Fanelli fonda, e ne è il presidente, SOLI DEO Top Comunication (TO), associazione culturale senza scopo di lucro con la finalità di divulgare tecniche di comunicazione efficace e PNL.William Bishop è lo pseudonimo di un famoso ricercatore e studioso di meccanica quantistica e di poteri psichici.Dai tempi della "guerra fredda" fa parte di un gruppo di ricerca chiamato "Aurora Team" le cui finalità sono l'esplorazione dei poteri latenti dell'uomo.In particolare si occupa del "Progetto Genesi", un programma di ricerca che esplora il potere creativo dell'essere umano. Tutt'ora, in giro per il mondo, continua a indagare e sperimentare nuovi metodi per risvegliare il potenziale umano.

Appunti di meccanica celeste
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Dara, Domenico

Appunti di meccanica celeste

Nutrimenti, 27/05/2017

Abstract: Girifalco, Calabria. Sette personaggi si trovano a vivere un momento di sospensione della loro vita, una fase in cui la loro esistenza sembra essere arrivata a un vicolo cieco. La mattina dopo san Lorenzo, notte delle stelle, arriva a Girifalco un circo. Non è di quelli che si fermano di tanto in tanto; è una carovana avvolta da un'aura incantata, un corteo sfavillante di elefanti e domatori, trapezisti, lanciatori di coltelli e illusionisti. La novità scuote la gente ed eccita gli animi, e cambierà per sempre le sorti dei sette protagonisti del romanzo. Domenico Dara torna nel luogo del suo fortunato esordio – la Girifalco di Breve trattato sulle coincidenze, paese reale e insieme suggestiva Macondo magnogreca – per raccontare una storia di destini sovvertiti e miracoli terreni, una fiaba letteraria che invita a guardare la realtà oltre le comuni apparenze.

Le porte della foresta
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Wiesel, Elie

Le porte della foresta

Giuntina, 12/01/2017

Abstract: Gregor, il protagonista di questo romanzo, deve affrontare quattro prove, una per stagione, come quattro sono le stagioni della vita. Il suo è un percorso concentrato in un solo tragico anno che assume i caratteri del viaggio iniziatico: l'incontro con "il maestro", il nascondimento del proprio io per guardare e comprendere l'altro, la lotta attiva per cambiare il mondo, la memoria che si tramuta in saggezza. Nel suo viaggio, Gregor deve affrontare e sconfiggere il male e la morte. La Shoah è un'esperienza estrema che non lascia vie di fuga. Gregor lo comprende subito e con coraggio e animo puro lotta per la vita e la dignità umana.In questo romanzo ritroviamo le domande fondamentali che Elie Wiesel si è posto per tutta la sua vita di testimone della Shoah. Un romanzo che fa riflettere, in un continuo alternarsi di desolazione e speranza, frustrazione e fiducia nella capacità di affermare la nostra umanità.

Guida per diventare un genitore consapevole. Conosci te stesso per crescere tuo figlio
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Tsabary, Shefali

Guida per diventare un genitore consapevole. Conosci te stesso per crescere tuo figlio

Macro, 09/01/2017

Abstract: La famosa psicologa Shefali Tsabary illustra in maniera chiara e scorrevole un metodo innovativo di educazione dei figli, riconoscendo il grande potenziale che questi possono avere anche nella crescita personale del genitore stesso.I genitori spesso lasciano incosapevolmente in eredità dolori e traumi psicologici ai loro figli, facendoglieli vivere a loro volta.Anche il migliore dei genitori può commettere l'errore di voler imporre ai propri figli le sue idee, le sue aspettative, i traguardi che lui non è riuscito a raggiungere e che ora vorrebbe vedere realizzati.Spesso infatti, il ruolo che un genitore pensa di avere nei confronti del proprio figlio è quello di dover plasmare il suo futuro, assicurandogli il meglio possibile. La premessa invece che fa l'autrice è il contrario: sono i nostri figli che plasmeranno e trasformeranno noi.Con questo libro farete vostro il concetto di specchio, vedendo i vostri bambini come il riflesso delle vostre più profonde emozioni.Per essere dei buoni genitori, bisogna essere consapevoli. Solo essendo consapevoli delle nostre emozioni presenti potremo influenzare positivamente il futuro dei nostri figli.Un libro con tanti esempi pratici e testimonianze raccolte da esperienze di vita reale, studiate dalla Dottoressa Tsabary con le innumerevoli famiglie che ha aiutato a vivere consapevolmente insieme un nuovo modo di vedere il legame genitore-figlio.Con la prefazione del Dalai Lama "L'autrice delinea l'importanza della compassione e di come possiamo imparare a svilupparla a partire dal rapporto che intratteniamo con i nostri figli"."Guida per Diventare un Genitore Consapevole" è un manuale per dare ai nostri bambini l'opportunità di splendere della proria luce.L'autriceShefali Tsabary è psicologa clinica con un dottorato alla Columbia University di New York. Molto famosa negli Stati Uniti e nel mondo in quanto partecipa ad diversi programmi televisivi. In particolare nella trasmissione condotta da Oprah Winfrey.Con il libro "Guida per Diventare un Genitore Consapevole", molto apprezzato e con la prefazione del Dalai Lama, vuole essere di aiuto a tutti i genitori a crescere con consapevolezza i propri figli.

Voi non sapete che cos'è l'amore. Saggi, poesie, racconti
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Carver, Raymond

Voi non sapete che cos'è l'amore. Saggi, poesie, racconti

minimum fax, 23/01/2017

Abstract: Nel 1984, all'indomani del successo di Cattedrale, Raymond Carver volle riunire in questa raccolta saggi, poesie e racconti perlopiù inediti. Proprio la sua varietà fa di questo libro (che prende il nome da una lunga poesia dedicata a Charles Bukowski) un grandangolo sull'intera produzione carveriana, attraversata da fittissime corrispondenze e da un'esemplare coerenza di toni, idee, intenti. "Carver è lo scrittore che più di ogni altro ha influenzato la letteratura di lingua inglese degli ultimi vent'anni. Le sue cadenze si ritrovano ovunque, e così le sue ambientazioni, i suoi personaggi", scrive Rick Moody. "Ma l'aspetto più sorprendente e rivoluzionario di questo libro è sicuramente l'eredità che ci lascia in termini di compassione: dopo aver letto Carver diventa pressoché impossibile, per uno scrittore, sottrarsi alla responsabilità della compassione nei confronti dei propri personaggi. È una rivoluzione per la quale dovremmo tutti essergli grati. Così come gli siamo grati per il puro piacere che ci viene dalla lettura di queste pagine".

Gelide scene d'inverno
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Beattie, Ann

Gelide scene d'inverno

minimum fax, 26/01/2017

Abstract: Ann Beattie, autrice di culto negli Stati Uniti e capofila della corrente minimalista, è tuttora considerata una delle più grandi maestre della short story americana. Gelide scene d'inverno, il romanzo con cui esordì nel 1976, racconta la storia del giovane Charles, impiegato in un ufficio statale, ossessivamente innamorato di Laura − la donna con cui ha avuto una storia ma che ha preferito tornare al quotidiano ménage col marito − e circondato da una famiglia disfunzionale (la madre squilibrata, il patrigno pieno di buone intenzioni ma irrecuperabilmente mediocre): è il ritratto di un'America disillusa, che ha visto svanire l'ebbrezza visionaria degli anni Sessanta e di Woodstock e deve fare i conti con la propria desolata normalità.Un Grande freddo senza concessioni al romanticismo, una scrittura penetrante e non priva d'ironia capace di dipingere un'epoca e una situazione sociale che a distanza di quarant'anni mantengono intatta la propria forza di suggestione: l'inverno americano della Beattie è innanzitutto, per qualunque lettore, un luogo dell'anima.

Gennaio senza nome
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Aub, Max

Gennaio senza nome

Nutrimenti, 27/05/2017

Abstract: La prima antologia italiana di racconti di Max Aub, una delle voci più prolifiche e originali della diaspora repubblicana spagnola. Nel limbo del suo esilio messicano, Aub dedicò buona parte dei propri sforzi di narratore alla costruzione di una memoria collettiva annichilita dal pugno di ferro di Francisco Franco: quella degli antifascisti spagnoli e degli indésirables europei rinchiusi negli inumani campi di concentramento francesi. Nelle otto storie raccolte in questo volume, Aub narra il dramma degli esuli repubblicani, vittime della lotta tra totalitarismi di destra e di sinistra, isolati e definitivamente dimenticati dalla loro terra d'origine, e rievoca l'infernale universo concentrazionario che lui stesso visse in prima persona tra il 1940 e il 1942, a Vernet, in Francia, e poi a Djelfa, in Algeria.

Quando siete felici, fateci caso
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Vonnegut, Kurt

Quando siete felici, fateci caso

minimum fax, 27/01/2017

Abstract: Nelle università americane il commencement speech è il discorso tenuto al termine dell'anno accademico ai laureandi da una personalità di spicco del mondo della cultura o della politica. Negli ultimi anni, i discorsi agli studenti di scrittori come David Foster Wallace (Questa è l'acqua) e George Saunders (L'egoismo è inutile) sono diventati grazie al passaparola dei veri oggetti di culto, per gli studenti e non solo. Questo volume raccoglie quindici discorsi (di cui sei inediti) tenuti da Kurt Vonnegut fra il 1978 e il 2004 e si propone come una piccola summa del pensiero di un maestro geniale e irriverente della letteratura del Novecento.Fra aforismi, ricordi, aneddoti, riflessioni, i discorsi di Vonnegut brillano dello stesso spirito vivace e irriverente che anima la sua narrativa: mai predicatorio, mai consolatorio, ma capace di sferrare attacchi frontali allo status quo, cantare inni alla libertà e alla creatività dell'essere umano, spiazzare e divertire con il suo humour dissacrante, Kurt Vonnegut ci parla ancora, a qualche anno dalla morte, con una voce modernissima e utile a leggere il mondo in maniera critica e potenzialmente rivoluzionaria.

Università futura. Tra democrazia e bit
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

De Martin, Juan Carlos

Università futura. Tra democrazia e bit

Codice Edizioni, 02/02/2017

Abstract: Abbiamo di fronte cinque sfide da cui dipende il futuro dell'umanità: ambientale, tecnologica, economica, geopolitica e democratica. Sfide a cui si aggiunge, per noi italiani, quella rappresentata dal futuro sempre più incerto del nostro paese. Su quali principi dovrebbe basarsi l'università per aiutare la società ad affrontare questi problemi? Più in generale, cosa potrebbe fare per le persone e la conoscenza? Quali metodi, quali aspetti è bene che restino invariati, e quali potrebbero invece beneficiare della rivoluzione digitale? Dopo oltre vent'anni focalizzati sugli aspetti economici della missione dell'università, è ora di riscoprirne le radici umaniste e di portarle nel ventunesimo secolo. Juan Carlos De Martin propone un'idea di università pensata per tutti coloro che hanno a cuore il futuro del nostro paese, in particolare per i ragazzi e le ragazze nati all'inizio del millennio.[BIO AUTORE]Juan Carlos De Martin insegna al Politecnico di Torino, dove co-dirige il Centro Nexa su Internet e Società. Dal 2011 è associato al Berkman Center for Internet & Society dell'Harvard University e membro del consiglio scientifico dell'Enciclopedia Treccani. È editorialista de "La Repubblica".

Le sante dello scandalo
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

De Luca, Erri

Le sante dello scandalo

Giuntina, 09/02/2017

Abstract: Cinque donne stanno nell'elenco maschile delle generazioni tra Abramo e Ieshu/Gesù. Cinque casi unici forzano la legge, confondono gli uomini e impongono eccezioni. Le donne qui fanno saltare il banco, riempite di grazia che in loro diventa forza di combattimento.

L'unico viaggio che ho fatto. Storia di Gardaland e di quello che è successo dopo
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Carbé, Emmanuela

L'unico viaggio che ho fatto. Storia di Gardaland e di quello che è successo dopo

minimum fax, 10/02/2017

Abstract: A Gardaland, il grande parco delle mille attrazioni, si va all'avventura, sulle navi dei magnifici corsari e sulle terrorizzanti montagne russe, nel villaggio western e fra le tombe dei faraoni.Si va per mantenere una promessa fatta a un "minuscolo fratello" che cresce troppo in fretta, e si corre a perdifiato, senza fermarsi mai, su e giù per il parco, mentre l'ombra di un padre distante prende corpo.Un viaggio dentro la memoria e il presente, con l'Italia anni Ottanta di Bim Bum Bam e della Fiat Ritmo che fatica a riconoscersi negli abbonamenti comprati su internet e nei passaggi in BlaBlaCar.Nell'Unico viaggio che ho fatto Emmanuela Carbé racconta con acume e passione Gardaland, il nonluogo del divertimento che si ostina a restare un posto reale di persone vere e belle, racconta l'infanzia perduta tra nostalgia e sollievo e il nostro quotidiano che non s'incastra mai nei desideri e nei sogni, trovando infine un momento di felicità perfetta in un luogo che è, allo stesso tempo, la meta e l'inizio della fuga.

Attentato
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Nothomb, Amélie - Bruno, Biancamaria

Attentato

Voland, 15/02/2017

Abstract: Epiphane Otos è di una bruttezza straziante e associa alla sua deformità una totale assenza di principi morali. Solo una cosa fatalmente lo attrae: l'angelica bellezza femminile. L'incontro con l'affascinante Ethel sembra far breccia nell'animo di Epiphane. Ma quando la ragazza s'innamora di un artista sciocco e privo di scrupoli, il dramma di questo moderno Quasimodo esplode in tutta la sua violenza.Umorismo spietato e finale inatteso per una moderna favola sull'amore impossibile che ci racconta anche di una società attenta solo alle apparenze.

Svegliare i leoni
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Gundar-Goshen, Ayelet

Svegliare i leoni

Giuntina, 23/02/2017

Abstract: Il dottor Eitan Green è una persona onesta e un ottimo medico, impegnato a salvare vite. Una notte, guidando la sua jeep a tutta velocità nel deserto, investe un uomo, un migrante africano. L'uomo è ferito mortalmente e il dottor Green, preso dal panico, fugge. Questa decisione cambierà la sua esistenza. Il giorno dopo, una donna bella, misteriosa e dalla pelle nera bussa alla porta della casa di Eitan e gli porge il portafoglio perduto nel luogo dell'incidente. La donna lo ricatterà, ma non chiedendo soldi. Lo condurrà invece in luoghi, reali e interiori, che il dottor Green non avrebbe mai immaginato di dover esplorare.Svegliare i leoni è un romanzo che corre sul filo della suspense, coinvolgendo il lettore in una riflessione sulla fragilità dei princìpi morali, sulla vergogna e sui desideri proibiti che si celano in ognuno di noi; un testo potente, universale e intimo che guarda e fa luce nelle zone nebulose dell'anima ponendoci la domanda pressante: "E tu, che cosa avresti fatto?".

Il pianeta nuovo. Come la tecnologia trasformerà il mondo
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Morton, Oliver

Il pianeta nuovo. Come la tecnologia trasformerà il mondo

Il Saggiatore, 23/02/2017

Abstract: Una flotta di aerei che raggiunge la stratosfera per formare un "velo" di solfati intorno al mondo e riflettere la luce del sole. Navi fabbrica-nubi che seminano nuclei di condensazione sopra gli oceani per ispessire e imbiancare le nuvole, rendendole più riflettenti. Fertilizzanti a base di ferro sparsi nei mari per rinfoltire la presenza di alghe avide di anidride carbonica. Speciali "lenzuola" plastiche che ricoprono i ghiacciai a rischio di scioglimento e i deserti troppo caldi. Tecniche per catturare l'anidride carbonica emessa dagli impianti a energia fossile e immagazzinarla sotto terra. È la geoingegneria climatica: non è fantascienza, ma una possibilità concreta. Che forse si rivelerà inevitabile.I rischi del cambiamento climatico sono accertati e potenzialmente catastrofici, ma gli sforzi per ridurre le emissioni di anidride carbonica nell'atmosfera faticano a produrre risultati, o anche solo a essere avviati. La riconversione da un modello di sviluppo alimentato dai combustibili fossili a una società fondata sulle energie rinnovabili sta incontrando forti ostacoli politici, economici e tecnici: ecco perché bisogna rivolgersi alla geoingegneria, non come alternativa salvifica, ma come opzione complementare. In questo libro Oliver Morton, con sensibilità e appassionata competenza, esamina i pro e i contro, i dubbi e le certezze scientifiche, i dilemmi morali e sociali di tale opportunità.Intervenire in modo così deliberato e diretto sul clima globale è un'ipotesi che spaventa molti. Ma è da secoli che gli esseri umani interferiscono più o meno involontariamente con gli equilibri del pianeta che li ospita: le trasformazioni subite dai mari, dai venti, dai suoli, dai grandi cicli dell'azoto e del carbonio sono molto maggiori di quanto si pensi. E allora perché rinunciare al tentativo di sfruttare le grandi conquiste della scienza e della tecnologia per un'azione volontaria, volta a ristabilire un migliore equilibrio tra il mondo umano e il sistema Terra? Il pianeta nuovo non descrive un pianeta ideale, ma un futuro prossimo in cui l'ingegno umano sarà chiamato a prendersi cura del pianeta.

Racconti
5 1
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Saki

Racconti

Il Saggiatore, 02/03/2017

Abstract: Grottesco e pungente, cortigiano e selvaggio, il genio di Saki – pseudonimo dello scrittore britannico Hector Hugh Munro – ha attraversato come uno spettro il Novecento letterario europeo. Nato in un villaggio di pescatori in Birmania durante il colonialismo vittoriano e cresciuto nelle contraddizioni dell'Inghilterra edoardiana, i suoi racconti sono brevi e mordaci ritratti di un'epoca, quella moderna, che ha i contorni della fiaba orientale, chimerica e sospesa, e l'incalzare notturno di un incubo in cui realtà storiche e fantasie si confondono continuamente.Creature ripugnanti o angeliche abitano queste pagine: licantropi che adescano bambini nei boschi, gatti e folletti dai poteri portentosi, spettri di nobili defunti che perseguitano dall'aldilà i loro debitori, consiglieri demonici che instaurano un Parlamento Infernale, e re che vessano i poveri, poveri che detronizzano i principi, principi di regni votati alla perversione che diventano santi. Poco importa se i fatti narrati si svolgano in un Medioevo fantastico, sotto l'Impero di Augusto o nell'anticamera della Prima guerra mondiale, se i personaggi si muovano in una scena di caccia nelle gelide campagne russe o sorseggino champagne a un garden party di aristocratici londinesi: le loro storie sembrano ordite dallo stesso inesorabile destino. Un Fato che agisce all'insegna della vendetta pirotecnica e della pantomima, del travestimento burlesco e dell'inganno, portando alla luce tutte le brutture, tutti i sogni e le meravigliose debolezze del genere umano.Nei Racconti di Saki – inediti in Italia e ora proposti dal Saggiatore nella loro forma completa, con una prefazione di Graham Greene – riecheggiano le vanità opulente di Wilde, le tempeste di neve di Turner, l'efferatezza panica di Kipling, i grigiori infantili di Dickens, i motti arguti della commedia plautina e quelli sapienziali delle Sacre Scritture, in un vertiginoso e mai scontato rincorrersi di allusioni, echi e parodistiche citazioni. Un vortice inarrestabile all'interno del quale si muovono – con grazia superba e spirito affilato – personaggi assoluti come Reginald e Clovis, destinati a entrare per sempre nell'Olimpo degli antieroi.

Dio mio, grazie
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Malamud, Bernard

Dio mio, grazie

minimum fax, 16/03/2017

Abstract: Riemerso da una spedizione in fondo all'oceano, il paleontologo ebreo Calvin Cohn scopre con sgomento che nel frattempo la Terra è stata colpita da un secondo diluvio universale. Per un "minuscolo errore" di Dio, Calvin è l'unico uomo a essere sopravvissuto. Si ritrova così naufrago su un'isola insieme a Buz, uno scimpanzé che un esperimento scientifico ha reso capace di parlare. Quando appaiono le altre creature scampate alla sciagura – degli scimpanzé, dei babbuini e un gorilla – Calvin si impegna a educarle come esseri umani, convincendosi poco a poco che grazie a loro potrà nascere la generazione che ripopolerà il pianeta, e che Dio tornerà ad amare le sue creature.Una svolta radicale rispetto agli altri romanzi di Malamud, una geniale favola di fantasia sul futuro dell'uomo e insieme una cruda parabola sulla sua natura, narrata con quella ricchezza d'invenzione e di scrittura che conferma Malamud fra i massimi scrittori americani di sempre.

Giovani leoni
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Ferracuti, Angelo - Filoni, Marco - Ferracuti, Angelo - Filoni, Marco

Giovani leoni

minimum fax, 02/03/2017

Abstract: Giovani leoni nasce da "Nonni in rete. Tutti giovani alle Poste", un progetto di Poste Italiane – realizzato in collaborazione con la Fondazione Mondo Digitale – che ha l'obiettivo di accelerare il processo di digitalizzazione del paese promuovendo l'accesso ai nuovi servizi degli over sessantacinque a rischio di esclusione, attraverso lezioni mirate – dall'accensione alla navigazione in rete, dall'uso dei programmi base e della posta elettronica ai social network – tenuti da giovani tutor nelle aule informatiche di trenta scuole superiori italiane.Muovendo dalle testimonianze dirette dei "nonni digitali", dieci scrittori italiani hanno raccontato il futuro sulla soglia di una radicale trasformazione delle città e degli stili di vita: dalla signora napoletana che a settant'anni segue la vita delle amiche su Facebook alla novantenne che deve ancora capire bene come funziona Skype, lo sguardo degli scrittori si posa su scenari apocalittici, nichilistiche svolte esistenziali, paura e fascinazione nei confronti del mondo che verrà.La sfida di questo libro è di raccontare l'Italia da due opposte angolazioni: quella di chi sta superando la linea d'ombra della gioventù, e l'altra di chi sta percorrendo invece l'ultimo miglio, tra passione, disincanto e desiderio di conoscenza.Franco Arminio • Andrea Bajani • Paolo Di Stefano • Angelo Ferracuti • Alessandro Leogrande • Giancarlo Liviano D'Arcangelo • Igiaba Scego • Nadia Terranova • Stefano Valenti

L'ultimo viaggio di Soutine
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Dutli, Ralph - Caradonna, Chiara - Pantanella, Flavia

L'ultimo viaggio di Soutine

Voland, 07/03/2017

Abstract: "Non si tratta di felicità o infelicità, ma di colore o non colore. Del bianco striato di blu e di rosso. Del verde veronese, del turchese, del rosso scarlatto e del colore del sangue. Si tratta della morte del colore, che è immortale, e della sua resurrezione." Nell'estate del 1943, nascosto a bordo di un carro funebre, il pittore Chaim Soutine – afflitto fin dalla giovinezza da un'ulcera gastrica – attraversa la Francia occupata dai nazisti per essere operato d'urgenza a Parigi. Sotto l'effetto della morfina, sospeso tra sonno e veglia, Soutine ricorda la difficile infanzia nel villaggio di Smiloviči, gli anni a Montparnasse e l'amicizia con Modigliani, gli stenti e l'improvviso successo. Ma la guerra mette bruscamente fine a tutto. Nel delirio provocatogli dal dolore e dal "magico oppiaceo", il malato in viaggio verso la capitale francese immagina di raggiungere il paradiso bianco, dove il misterioso dottor Bog gli assicura la guarigione a patto che non dipinga mai più… Un romanzo suggestivo e dal ritmo incalzante, che apre continui momenti di riflessione sull'esperienza artistica e la tormentata personalità di Soutine.

La novità
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Fournel, Paul - Di Lella, Federica

La novità

Voland, 10/03/2017

Abstract: Quando una stagista porta a Robert Dubois, direttore dell'omonima casa editrice, un lettore di eBook, il mondo dell'anziano editore vacilla. Agli occhi di un uomo che ha passato la vita tra la carta stampata, quella diavoleria ha un'aria minacciosa, la sente fredda e ostile. La vita comunque procede come al solito, tra pranzi con gli autori, visite alle librerie, incontri con i promotori, ma l'eReader che Dubois porta con sé gli parla già di un mondo nuovo. Con sguardo ironico e incuriosito, Fournel prende spunto dalla rivoluzione tecnologica in atto per svelare i segreti e i retroscena di un ambiente che conosce alla perfezione.

I demoni e la pasta sfoglia
0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Mari, Michele

I demoni e la pasta sfoglia

Il Saggiatore, 23/03/2017

Abstract: La letteratura è ossessione. È un demone polimorfo che può assumere le bianche fattezze di Moby Dick o l'aspetto mostruoso dei crostacei di Wells, che può abitare tra le nevi di London, sulle aspre montagne della follia di Lovecraft o nel condominio suburbano di Ballard. È nella luna precipitata in un camino di Landolfi, nell'occhio cieco del gatto di Poe, nei topi di Steinbeck. Si insedia tra le ecolalie di Gombrowicz come nello sdegno con cui l'ingegner Gadda oppone titanicamente un principio d'ordine al grottesco, alla vigliaccheria, all'ingiustizia del reale. L'ossessione è destino e forma, nevrosi e scrittura, e scrivere significa "consegnarsi inermi agli artigli dei demoni".I demoni e la pasta sfoglia è il libro in cui Michele Mari affida alla forma-saggio quel rapporto inquieto e vitale con la tradizione che altrove ha esplorato attraverso il racconto, il romanzo, la poesia. Testi che compongono un'indispensabile cartografia letteraria, seguendo punti di fuga inediti e rintracciando parentele inaspettate: il sadismo di Stephen King e quello di Collodi, la misantropia di Céline e la bibliolatria di Kien in Auto da fé, il riemergere del lupo in Buck nel Richiamo della foresta e la voluttà con cui Gregor Samsa si abbandona alla nuova identità di insetto. E poi gli innumerevoli mostri e le infinite stilizzazioni con cui ogni grande scrittore non fa altro che parlare di se stesso, dei propri desideri e delle proprie ferite.Accettando sfide spesso eluse della critica, Mari finisce per modellare le sembianze di un nuovo canone, che attinge tanto alla letteratura goticofantastica quanto a forme di scrittura come manierismi e pastiche che, grazie alla loro "natura esibitoria", rivelano la propria paradossale autenticità, il proprio osceno realismo. Ma I demoni e la pasta sfoglia è soprattutto una dichiarazione di poetica in controluce, in cui lo scrittore di Fantasmagonia e Tu, sanguinosa infanzia mostra il suo rapporto vampiresco con una tradizione eletta a dimora, in una dialettica serrata tra mostruosità e stile, morte e scrittura, persistenza dell'infanzia e attrazione per l'abisso.