Biblioteca Sormani

Nel nome di mia madre

Quando
30 May 2024
Orario
18:00
Dove
Biblioteca Sormani - Sala del Grechetto
Categorie
Libri, INCONTRI - CONFERENZE - DIBATTITI

Presentazione del libro Nel nome di mia madre. Storia di una ragazza ribelle di Giorgio Castella (Rossini)

 

Intervengono con l'autore:
Pietro Basile, referente provinciale di Libera Milano
Giuseppe Teri, Scuola di Formazione Antonino Caponnetto

 

Attraverso la storia di una madre disposta a ripudiare la propria figlia pur di rimanere fedele ai principi e alle leggi dell'onorata società, il romanzo pone al centro dell'attenzione il ruolo della donna all'interno della struttura della 'ndrangheta. Il testo rivela in modo esplicito le risorse utilizzate dalla 'ndrangheta moderna, tra cui corruzione, violenza e traffico di droga, insieme ai suoi riti mafiosi che si tramandano da generazione a generazione nel cuore dell'Aspromonte. Coprotagonista è la scuola, che si mobilita con l'obiettivo di dare vita a una nuova resistenza contro la corruzione e ogni forma di violenza.

Giorgio Castella, nato a Maropati (RC), un piccolo paese della Calabria, da adolescente si è trasferito a Milano con la sola valigia di cartone. Da allora ha maturato esperienza politica e sindacale, partecipando attivamente al Sessantotto a Milano. E' stato membro dell’esecutivo del Consiglio di Fabbrica dell’Istituto Farmaceutico De Angeli e del Direttivo Farmaceutico della Camera del Lavoro di Milano. Tornato in Calabria ha partecipato alle giunte comunali di Maropati e Cinquefrondi, prendendo iniziative in ambito culturale e scolastico. Ha un rapporto costante con Associazioni culturali e Scuole, incontro studenti e personale docente per discutere di Emigrazione, Resistenza e Lotta alla corruzione e alla ‘ndrangheta, partecipa ai “Campi per la Legalità” e alle altre iniziative di Libera. E' autore dei libri Un Calabrese a Milano (editore Teti); La vita di Fortunato Seminara a Pescano (Pellegrini), Lotte e Libertà: storia di uomini e donne antifascisti e Sveglia! L’umanità non si arresta (Città del Sole). Scrive inoltre su periodici e quotidiani.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti.