Forum » Recensioni

Per dieci minuti
3 3
Gamberale, Chiara

Per dieci minuti

Milano : Feltrinelli, 2013

Abstract: Dieci minuti al giorno. Tutti i giorni. Per un mese. Dieci minuti per fare una cosa nuova, mai fatta prima. Dieci minuti fuori dai soliti schemi. Per smettere di avere paura. E tornare a vivere. Tutto quello con cui Chiara era abituata a identificare la sua vita non esiste più. Perché, a volte, capita. Capita che il tuo compagno di sempre ti abbandoni. Che tu debba lasciare la casa in cui sei cresciuto. Che il tuo lavoro venga affidato a un altro. Che cosa si fa, allora? Rudolf Steiner non ha dubbi: si gioca. Chiara non ha niente da perdere, e ci prova. Per un mese intero, ogni giorno, per almeno dieci minuti, decide di fare una cosa nuova, mai fatta prima. Lei che è incapace anche solo di avvicinarsi ai fornelli, cucina dei pancake, cammina di spalle per la città, balla l'hip-hop, ascolta i problemi di sua madre, consegna il cellulare a uno sconosciuto. Di dieci minuti in dieci minuti, arriva così ad accogliere realtà che non avrebbe mai immaginato e che la porteranno a scelte sorprendenti. Da cui ricominciare. Con la profonda originalità che la contraddistingue, Chiara Gamberale racconta quanto il cambiamento sia spaventoso, ma necessario. E dimostra come, un minuto per volta, sia possibile tornare a vivere.

266 Visite, 3 Messaggi
Flavia Muccini
22 posts

Leggerino, e nemmeno tanto divertente. L'idea iniziale, quella dei dieci minuti, è originale, ma mi sembra poco sviluppata. Comunque la tematica della giovane donna che, lasciata dal marito, deve fronteggiare la solitudine, crescere per poi scoprire che senza si vive anche meglio, è una tematica adatta a trentenni o quarantenni. Alla mia età ho già dato, già la so e non mi interessa più, capisco che è il tema di una generazione ed è ancora un punto importante di crescita. Chissà cosa ne pensano le donne più giovani. Nemmeno si sposano, in questi tempi liquidi, forse.
Letto volentieri ma velocemente, diciamo che non lascia il segno.

ANGELA ROSI
24 posts

Non particolarmente bello ma l'intenzione di fare qualcosa di diverso c'è

Utente 10581
505 posts

Cosa si fa quando l’adorato maritini se ne scappa a Dublino prima e New York poi perché si sente confuso? Beh si inizia a prendersi cura di se stesse, per dieci minuti. Sì, dieci minuti al giorno dove si stacca la spina dalla vita quotidiana facendo o provando a fare tutte quelle cose che non si sono mai fatte. E’ questo quello che capita a Chiara, la protagonista del libro! Prova ad andare avanti e tutti i giorni per dieci minuti si inventa qualcosa. Scopre così un quartiere a lei prima sconosciuto, dove c’è una palestra, l’estetista, la parrucchiera, l’edicolante. Scopre anche di avere attorno a lei tanti amici, sempre pronti ad ascoltarla e si scopre. Sì, la protagonista si scopre anche cuoca.
E che succede se il maritino improvvisamente torna più confuso di prima? Beh leggete il libro per scoprirlo. Ho temuto per il finale, pensando al solito di sempre, invece no, non ne resterete delusi.

  • «
  • 1
  • »

1789 Messaggi in 1622 Discussioni di 141 utenti

Attualmente online: Ci sono 4 utenti online