Forum » Recensioni

Lampedusa
1 1
Kerangal, Maylis : de

Lampedusa

Milano : Feltrinelli, 2016

Abstract: 3 ottobre 2013, notte fonda. Una donna, sola in cucina, beve un caffè e sfoglia il giornale quando un bollettino radio le vomita addosso gli ultimi avvenimenti: un barcone proveniente dalla Libia è affondato a due chilometri dalla costa di Lampedusa causando la morte di oltre 300 persone. Nella mente della donna, alla voce metallica della radio fanno da contrappunto le immagini di Burt Lancaster, ne Il Gattopardo, poi in The Swimmer. Il suo pensiero vaga e divaga dando vita a un paesaggio interiore insieme tragico e mitico e, passando per altre terre, per altri sentieri, ricompone, come in un caleidoscopio, la Lampedusa attuale, ormai lontana dal mondo dorato del principe di Salina e indissolubilmente legata a quello e ad altri naufragi. Con Lampedusa, Maylis de Kerangal compie a suo modo una traversata notturna durante la quale interroga un mondo in decadenza dove i diritti umani cessano a un tratto di esistere. Un omaggio a Lampedusa, isola di cinema e letteratura, diventata l'epicentro di una tragedia umana.

189 Visite, 1 Messaggi
Utente 10581
505 posts

Questo è uno di quei libri che fatichi a capire, soprattutto quando ad accomunare Lampedusa l'autrice abbina il Gattopardo con lo sbarco degli immigrati. Ha un modo tutto suo di scrivere l'autrice, infatti ogni capitolo inizia con un "a questo punto della notte" ma che sia a questo punto della notte o del giorno ho faticato parecchio a seguire il filo della storia, se di storia si può parlare. Sembrano tante considerazioni personali, ma secondo me, poco c'entrano con gli sbarchi di immigrati. Sinceramente parlando questo libro non l'ho proprio capito.

  • «
  • 1
  • »

1780 Messaggi in 1615 Discussioni di 140 utenti

Attualmente online: Ci sono 24 utenti online