Forum » Recensioni

Portami oltre il buio. Viaggio nell'Italia che non ha paura
3 1
Boatti, Giorgio

Portami oltre il buio. Viaggio nell'Italia che non ha paura

Laterza, 19/05/2016

Abstract: "I sogni ammonitori sono arrivati prima che partissi. Sono saliti al volo sull'idea di questo viaggio.Loro non ci credono proprio ai semi di nuovo, quelli sparsi da questi anni difficili. Forse, semplicemente, non li vogliono vedere. Non credono possibile un girar pagina, rispetto al passato, capace di renderci diversi, forse persino migliori di ciò che siamo stati..."Ecco l'Italia irrequieta ma non domata dalle difficoltà di questi anni. Un Paese che si mette alla prova, con grinta e speranza, afferra i cambiamenti e supera timori e autodenigrazioni. Oltre il buio, appunto.È stata così lunga e severa la crisi che immaginare la vita degli italiani 'dopo' pareva una sfida impossibile. Nasce così questa esplorazione che dal Monferrato scivola leggera sino al Parco dei Paduli nel Salento; salta da un coworking di Matera alle periferie di Genova e sosta nel virtuoso paese dell''ulivo sospeso', tra l'Amiata e il Chianti. E ancora: da Roma, dirimpetto a Santa Marta, va alla reggia di Babette, nel cuore della Food Valley emiliana, dove è sbocciata una scuola molto speciale e, da un'avveniristica 'play factory', tra i colli di Jesi, finisce all'Hotel Etico di Asti che punta a rendere inclusiva, anche per i più fragili, un'intera città.Ogni tappa di questo viaggio sorprendente è il racconto di un futuro inaspettato e vitale che non è dietro l'angolo. È già qui.

237 Visite, 1 Messaggi
Utente 10581
505 posts

Questo è un viaggio, fatto da nomi di paesi pressochè sconosciuti che hanno saputo contrastare la crisi sfruttando in maniera del tutto innovativa quello che il territorio offriva. Si arriva a Faenza dove si scopre la "tradizione dei lumi di marzo" e si viene a conoscenza del Museo Internazionale della ceramica. Si prosegue per Angeli di Rosora sede della Loccioni Group dove si uniscono idee, persone e tecnologie.
Seggiano è invece il paese dell'ulivo sospeso. Perchè? Beh non sarò certo io a dirvelo!
Asti con il suo albergo etico, Portocomaro sede della Bio Nobil, ad Aramengo invece si restaurano capolavori dal Tintoretto a Tiziano e pure Michelangelo.
A Cesena funziona invece il Centro Ricerche Produzioni Vegetali.
Particolarmente significativa la storia di Corzano e della sua strada chiamata la Mulattiera, interamente rimessa a posto dalla popolazione locale in maniera del tutto gratuita.
Rutigliano sede dello stabilimento Divella, quello che produce pasta per intendersi. Matera dove è nata Casa Netural un insieme di coworking e co-living.
E per non farci mancare nulla c'è pure l'app Steller. Cercate in rete e vedrete che bella che è...
Il tutto intervallato da nozioni storiche, spunti di lettura e racconti di vita privata dell'autore. Questo libro non può non piacervi!

  • «
  • 1
  • »

1780 Messaggi in 1615 Discussioni di 140 utenti

Attualmente online: Ci sono 11 utenti online