Forum » Recensioni

Piccole sorprese sulla strada della felicità
3 1
Wood, Monica

Piccole sorprese sulla strada della felicità

[Milano] : Sperling & Kupfer, 2016

Abstract: La signorina Ona Vitkus ha vissuto una vita riservata e ineccepibile, i suoi segreti - e le sue pene - celati con cura a occhi indiscreti. Questo finché non arriva lui, il bambino insolito con la passione per i Guinness dei primati. Lei ha 104 anni, lui soltanto 11. Da bravo boy scout, dovrebbe semplicemente aiutarla nei lavori di casa ogni sabato, ma con la sua curiosità e il suo entusiasmo contagioso infrange pian piano la scorza diffidente e un po' burbera di Ona, riuscendo a farla parlare di sé, a cominciare da quelle lontane origini lituane, e persino a coinvolgerla in un progetto singolare: farle vincere il record di Automobilista patentata più anziana. Ona, che nel suo secondo secolo di vita credeva di avere ormai chiuso con l'amicizia, è conquistata da quel ragazzino con l'aria fragile e buffa che la fa sentire speciale. Ed è profondamente delusa quando quei sabati fatti di faccende domestiche, racconti e lezioni di guida s'interrompono di colpo. Passa un sabato, poi un altro: del bambino, nessuna traccia. Fino a quando si presenta a casa sua uno sconosciuto, un uomo di nome Quinn. È il padre del ragazzino ed è lì per completare quello che suo figlio aveva iniziato prima di essere strappato alla vita troppo presto. Da quel momento, Ona si ritroverà alle prese con i sensi di colpa di un padre, con il dolore di una famiglia spezzata, con un inatteso viaggio on the road che diventa un viaggio dell'anima.

196 Visite, 1 Messaggi
Utente 10581
505 posts

Questo è uno di quei libri che, quando lo finisci, ti lascia quel non so che di... incompleto. La storia inizia con un ragazzino di 11 anni ed una signora di 101 anni. Poi il primo colpo di scena e qui ti aspetti che la storia abbia un'altra piega, invece prosegue con i genitori del bambino e la centenaria. E' un libro dove il dolore, gli errori del passato, le mancanze, ma anche la consapevolezza che la vita va avanti, si mescolano molto bene. Se ho apprezzato molto la figura di Quinn, il papà del bambino, non posso dire invece altrettanto di Belle, la mamma del bambino. Di una cosa sono certa, il titolo è azzeccatissimo.

  • «
  • 1
  • »

1780 Messaggi in 1615 Discussioni di 140 utenti

Attualmente online: Ci sono 20 utenti online