Forum » Recensioni

La storia
4 1
Morante, Elsa

La storia

Torino : Einaudi, stampa 2005

Abstract: A questo romanzo (pensato e scritto in tre anni, dal 1971 al 1974) Elsa Morante consegna la massima esperienza della sua vita dentro la Storia quasi a spiegamento totale di tutte le sue precedenti esperienze narrative: da L'isola di Arturo a Menzogna e sortilegio. La Storia, che si svolge a Roma durante e dopo la seconda guerra mondiale, vorrebbe parlare in un linguaggio comune e accessibile a tutti.

13 Visite, 1 Messaggi
Utente 35548
40 posts

Scritto per il Popolo

Un romanzo scritto per la gente, per il Popolo, il cui tono flemmatico avvolge gli anni italiani che vanno dal 1941 al 1947, anni cruciali per il nostro paese, mostrati principalmente attraverso le esperienze della famiglia Mancuso, soprattutto quelle di Ida, maestra quasi quarantenne che la vita ha lasciato con due figli, Nino e Useppe.

La morante sceglie una camminata narrativa, e non una corsa, per affrontare gli avvenimenti importanti che travolgono la nazione.
Il suo sguardo parte dal basso mantenendosi basso, rifiuta una facile epica, sospende apparentemente la Storia indugiando su aspetti di tutti i giorni, i più comuni, perché è grazie a loro che la Storia si compie.
Seppur alcuni di sfuggita, i temi caldi ci sono tutti, dalle leggi razziali alle deportazioni, dall'indottrinato sentimento fascista alla rivolta partigiana, dall'alienazione operaia al ruolo della borghesia.

C'è anche Carlo/Piotr/Davide, personaggio periferico nella vita di Ida ma centrale nel romanzo, che con la sua filosofia anarchica in contrasto con le sue origini borghesi assurge a catalizzatore di un pensiero lucido e tagliente ma fondamentalmente inascoltato, così inascoltato da portarlo all'autoannientamento fisico.

Il tutto, comunque, viene portato sulle pagine con stile semplice, avvolgente, per niente affettato ma piuttosto con molto affetto.

  • «
  • 1
  • »

1120 Messaggi in 1010 Discussioni di 97 utenti

Attualmente online: Ci sono 3 utenti online