Forum » Recensioni

I nuovi centurioni
4 1
Wambaugh, Joseph

I nuovi centurioni

Roma : Edizioni di Novissima, 1972

7 Visite, 1 Messaggi
Utente 35548
40 posts

Vita da poliziotti

Joseph Wambaugh conosce la materia di cui scrive: a partire dal 1960 ha fatto il poliziotto per una quindicina d'anni.
Decide di raccogliere la sua esperienza sul campo e metterla al servizio di romanzi polizieschi (diventati film) e serie tv - è l'ideatore di Sulle strade della California, una serie importante degli anni 70 in cui sono comparse decine e decine di 'star', da Sal Mineo a Stallone, passando per Louis Gossett Jr, Don Johnson, Kurt Russell... e così via.

I Nuovi centurioni è il suo esordio nella narrativa. Si tratta di una serie di episodi - più autobiografici che no - che vedono protagonisti 3 ragazzi dal 1960 al 1965. Li conosciamo prima insieme in Accademia, e poi separatamente smistati nei vari Distretti a contatto con la strada e con il mondo della criminalità più disparata.

Wambaugh ha uno stile semplice e per nulla roboante, molto adatto al taglio che dà alle vicende: tra le pagine porta la quotidianità e il realismo della vita da poliziotto, immerso nei fisiologici pro e contro della Società miope di quegli anni, in cui il razzismo spiccava in ogni aspetto - di quegli anni?! E dire che qui in Italia ultimamente abbiamo fatto un passo indietro di 100 anni -, indaga aspetti che generalmente vengono trascurati in nome dell'azione, e non ha la supponenza di voler colpire il lettore a tutti i costi semplicemente perché siamo in un poliziesco.

Capita questa chiave di lettura, quella del realismo non effettistico, il romanzo si trasforma in qualcosa di interessante e anche palpitante, soprattuto dopo la prima metà.

  • «
  • 1
  • »

1120 Messaggi in 1010 Discussioni di 97 utenti

Attualmente online: Ci sono 11 utenti online